Giunta comunale, tra le delibere recupero Biblioteca dell’ex Cantina Sperimentale

barlettanews - Sinistra Italiana Barletta

La Giunta ha esaminato e approvato i progetti di recupero della Biblioteca della ex Cantina Sperimentale e dell’ex Convento di San Domenico da candidare al finanziamento relativo all’Avviso Pubblico SMART – IN PUGLIA “Community Library, Biblioteca di Comunità: essenza di territorio, innovazione, comprensione nel segno del libro e della conoscenza” che, con una dotazione di 20 milioni di euro, è finalizzato a qualificare le biblioteche di Enti locali, di scuole e di Università attraverso l’allestimento di spazi idonei e l’acquisizione di strumentazioni e tecnologie avanzate, oltre che a innovare e incrementare in modo permanente l’offerta di nuovi prodotti e servizi di fruizione culturale pubblica.

Trovano così seguito gli incontri pubblici mirati al coinvolgimento della cittadinanza ai quali hanno preso parte anche i rappresentanti delle associazioni culturali, delle librerie e delle case editrici formalizzando le loro proposte e sottoscrivendo specifici “Accordi di valorizzazione e potenziamento”.

Il progetto di valorizzazione della Biblioteca della ex Cantina Sperimentale di Barletta, che entra così a far parte della Rete Bibliotecaria Comunale di Barletta, accresce l’offerta culturale a disposizione del territorio e al tempo stesso consente di recuperare una parte importante della storia locale.

La Biblioteca della ex Cantina sperimentale, sostenuta nella sua evoluzione dall’allestimento degli spazi e dotata di strumentazioni e tecnologie avanzate, diventerà un centro di aggregazione e promozione culturale e sociale. Al suo interno si potranno svolgere attività di ricerca storica e scientifica utilizzando il patrimonio bibliografico preesistente,  il materiale di studio per il recupero delle colture di vitigni autoctoni e delle antiche tradizioni legate al mondo del vino,  anche attraverso l’utilizzo di attrezzature multimediali e servizi bibliotecari di prestito e consultazione. Il progetto prevede l’offerta di nuovi servizi come visite guidate alla struttura per scuole e per gruppi,  attività ludico-didattiche incentrate sul tema dell’uva e del vino con uno spazio allestito appositamente nella nuova sala consultazione, oltre a laboratori per ragazzi di scuola secondaria dedicati all’utilizzo delle nuove tecnologie, laboratori del gusto, corsi di avvicinamento al vino e degustazioni di vini del territorio. Il progetto di riqualificazione degli spazi dell’ex Convento di San Domenico prevede la destinazione dell’emeroteca della biblioteca comunale “Loffredo” con nuovi spazi per i servizi bibliotecari, per gli adolescenti, per la realizzazione di laboratori e di aree multimediali e didattiche.

Sono stati altresì previsti ambienti destinati alle associazioni culturali e alla biblioteca della Sezione locale della Società di Storia Patria che, sin dal 1867, ha avuto come sede della Commissione proprio Palazzo San Domenico. La struttura sarà dotata di impianti tecnologici, pur sempre nel rispetto dei valori storico-architettonici del bene.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here