Riportiamo di seguito l’intervento di Antonio Quarto, candidato al consiglio comunale nella lista “#Reset” del candidato Sindaco Carmine Doronzo, a proposito del recente divieto di balneazione a Barletta.
 
“L’ennesimo divieto di balneazione disposto dal commissario prefettizio è la conferma che lo stato di salute del nostro mare è sempre stato solo un problema di cui discutere esclusivamente in campagna elettorale, senza mai giungere ad una soluzione reale. E quelle stesse persone che si sono voltate dall’altra parte ignorandone la gravità, divenendo, così, complici di un disastro che è sotto gli occhi di tutti, oggi si ripresentano come il nuovo. 
 
Tralasciando per un attimo l’enorme beffa per un comparto turistico sempre più penalizzato da questo dato di fatto, il fattore più preoccupante è il rischio a cui è sottoposta la salute dei bagnanti barlettani e delle zone limitrofe, che frequentano le spiagge di Ponente e Levante.
 
La nostra priorità è quella di potenziare gli impianti di depurazione con un’attenzione particolare ai canali, come il canale H, fonte certa di inquinamento, i responsabili degli scarichi tossici a mare e mettendo la parola fine alla scelleratezza di determinati atti. Adottare un piano di monitoraggio periodico di aria, suolo e falda del territorio.
 
Chi ci ha perso fino ad oggi a causa di una attenzione ambientale pari a zero sono tutti i cittadini: da chi è costretto a cure mediche perché ha fatto ciò che è naturale fare dinanzi al mare, ossia bagnarsi, alle attività che potrebbero creare posti di lavoro, se si attuassero delle proposte realmente risolutive come quelle della nostra coalizione civica.”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here