Di seguito riportiamo il comunicato inviato in redazione dall’ imprenditore commerciale Antonio Quarto, candidato al consiglio comunale nella lista #Reset.
 
“Ancora una volta Cannito sottovaluta l’intelligenza degli elettori e cerca di ingannarli con false affermazioni. In uno slancio di amore libero ha deciso di esprimere la propria vicinanza ai giovani e agli imprenditori del centro storico, concedendo la possibilità di estendere l’orario di emissione sonora fino alle 04.00 per gli esercizi pubblici sulla litoranea ed entro le ore 02.00 per quelli del centro storico.
 
Ormai non stupisce più la sua puntuale magnanimità, ma ci inorridisce il suo basso tentativo di raggirare i cittadini, gli esercenti e i residenti del centro storico. Durante il consiglio comunale del 17 luglio 2017, Cannito si faceva promotore di un emendamento che vietava categoricamente “l’utilizzo di qualsiasi impianto di amplificazione”.
 
Ci chiediamo, a questo punto, a cosa possa servire prolungare l’orario dell’emissione sonora se diventa impossibile ascoltare musica? La risposta è semplice: è evidente che il candidato sindaco tema di non riuscire ad avere i voti degli esercenti e dei giovani frequentatori dei locali pubblici e per questo cerca di raccattare consensi a destra e manca, non curante del fatto che i suoi giochetti siano facilmente sgamabili.
 
Il dott. Cannito è palesemente contro la movida, e questo suo atteggiamento doppio è dannoso per tutti: non consente agli esercenti di poter lavorare in maniera seria e poter offrire un servizio di qualità, non tutela i residenti del centro storico che reclamano ordine, ma soprattutto nuoce ai cittadini che ancora una volta sono raggirati da bieche promesse.
L’unica certezza di questa campagna elettorale è che Mino Cannito sta con tutti e con nessuno”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here