Quali sono i vantaggi e i servizi su internet durante l’emergenza Covid-19?

Internet è diventata una realtà sempre più importante per la nostra società. In Italia la situazione è in continuo divenire e le regioni si stanno adeguando per offrire a cittadini ed aziende una connessione a banda larga ormai indispensabile per qualsiasi genere di attività.

Nel Bel Paese il 67,7% delle famiglie accede alla banda larga internet, con una velocità media di 15,10 Mbps. Il 3 Marzo 2015, è stata varata dal Governo italiano la Strategia Italiana per la banda ultralarga il cui obiettivo è quello di portare la copertura della Banda Ultra Larga all’85% della popolazione, entro il 2020, attraverso una rete in grado di garantire connessioni internet pari e superiori a 100Mbps, allo stesso tempo la strategia varata prevede di dare  al 100% dei cittadini l’accesso a internet alla velocità di  almeno 30Mbps.

Gli investimento del piano sono finanziati con 3,5 miliardi di euro provenienti dal Fondo Europeo di Sviluppo e Coesione e con 1,8 miliardi di euro arrivati da programmi regionali e nazionali. I primi due bandi sono assegnati ad Open Fiber, una società appositamente creata e partecipata da Cassa Depositi e Prestiti e Enel.

La situazione in Puglia

La situazione in Puglia migliora di anno in anno, grazie soprattutto agli sforzi del Governo, della Regione e dell’Unione Europea. Uno sforzo che ha già portato la Puglia ai vertici della copertura della banda larga e ora verso l’eccellenza della banda ultra-larga in altri 45 comuni. Le imprese innovative infatti non possono raggiungere gli ambiziosi risultati che si prefiggono se non hanno un accesso competitivo alle reti di trasmissione dati ad altissima velocità.

E innovazione serve anche nella Pubblica amministrazione nel rapporto con i cittadini, favorita dall’accesso all’Internet ultraveloce. L’obiettivo è di portare connettività ad almeno 30 megabit per secondo (Mbps, unità di misura che indica la capacità-velocità di trasmissione dei dati su una rete) ed a 100 Mbps, sfruttando il modello Nga (Next generation Access) con la realizzazione di oltre 1800 km di rete ottica che consentiranno di raggiungere 1.480.000 cittadini, 540.000 unità immobiliari ed oltre 40 aree produttive nei 45 comuni individuati sulla base di criteri demografici e socioeconomici. Le aree sono state scelte tra quelle “bianche Ngan”, ossia dove il mercato da solo non dimostra interesse a investire.

Cosa fanno i pugliesi su internet

Detto della diffusione della banda larga è arrivato ora il momento di scoprire cosa fanno i pugliesi in internet. In questo particolare momento storico, causa emergenza Coronavirus, i cittadini pugliesi stanno scoprendo i benefici della spesa online. Come ormai sappiamo tutti dobbiamo rispettare le direttive del Governo Conte e restare a casa per evitare il diffondersi di questa pandemia. Per questo motivo sé nato il portale “Io vengo a Casa”, un portale dedicato alle consegne a domicilio in questo periodo di quarantena.

L’idea è partita dalla Puglia – il dominio del sito risulta registrato a Molfetta – e però parla a tutta Italia: si rivolge da un lato a quanti hanno un’attività, i quali possono registrare sul sito iovengoacasa.it con i propri contatti; dall’altro a quanti hanno bisogno di servizi essenziali come farmacie e supermercati, e non riescono a barcamenarsi fra i tanti siti e le app disponibili su computer e smartphone.

Si è deciso di giocare quindi con l’hashtag #iorestoacasa, ribaltandolo dal punto di vista di chi – esercenti e corrieri – a casa dei clienti può comunque arrivare. Il sito può essere consultato per categorie o città. In quest’ultimo caso dominano quelle pugliesi, dal capoluogo Bari a Lecce, Brindisi, Trani, Gioia del Colle, Corato, Martina Franca, Molfetta e Altamura; cominciano ad affacciarsi però anche altre realtà come Milano, Roma, Forlì e Firenze.

In più è stata creata una mappa per aiutare i cittadini a recepire le informazioni relative ai tanti servizi che associazioni, volontari ed enti pubblici stanno erogando sul territorio pugliese per far fronte ai bisogni dei cittadini. Nella mappa troviamo informazioni su chi eroga un determinato servizio, il tipo di servizio offerto, i contatti utili. Si tratta di servizi di vario genere, pensati sia per i cittadini che per gli operatori della sanità e che si trovano far fronte ad esigenze materiali, come ad esempio la distribuzione della spesa, la distribuzione di pasti pronti, l’assistenza agli anziani ma anche per fornire sostegno psicologico.

Non mancano poi i momenti di svago, indispensabili in un periodo storico così delicato. Sono tanti i pugliesi che decidono di giocare online o semplicemente guardare le quote aggiornate sulla propria squadra del cuore su siti come NetBet. Senza dimenticare di guardare serie tv famose.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here