Provvedimento pianificazione commercio, le Opposizioni: “Approvato grazie alla nostra caparbietà”

A seguito della conferenza stampa odierna, tenuta ‘simbolicamente’ in uno dei tanti capannoni abbandonati della Zona Industriale/Artigianale, i capigruppo delle opposizioni di centrodestra di Barletta, Dario Damiani, Flavio Basile e Gennaro Cefola hanno diramato il seguente comunicato stampa.

Approvato dal Consiglio comunale nella serata del 20 luglio scorso grazie al voto responsabile dei consiglieri comunali aderenti ai gruppi del centro destra Forza Italia, Conservatori Riformisti, Adesso Puoi i capigruppo Dario Damiani, Flavio Basile e Gennaro Cefola, il provvedimento sulla “pianificazione strategica del commercio” che permetterà finalmente di cambiare destinazione d’uso ai capannoni ormai abbandonati della zona industriale di Via Trani per renderli strutture poli funzionali. Un provvedimento qualificante, un nostro punto programmatico già sostenuto dal centro destra in campagna elettorale, fermo nei cassetti del Comune sin dal 2009 ed oggi vede finalmente la luce grazie alla nostra caparbietà nonostante le divisioni e le numerose assenze della maggioranza di centro sinistra che governa Barletta.

Sin dall’insediamento di questa consiliatura l’opposizione di centro destra si è proposta favorevolmente per giungere in tempi brevi alla risoluzione di questa problematica che vede la zona di via Trani bloccata per dei vincoli assurdi che legano i capannoni a destinazioni esclusivamente industriali. Adesso invece grazie al nuovo provvedimento con l’avvio successivo della nuova pianificazione e con il percorso della rigenerazione urbana già avviata con un protocollo di intesa tra Comune e Ance – Confindustria, si potrà finalmente cambiare la struttura dei capannoni da industriale a poli funzionale.

Riscritti inoltre gli indirizzi generali per lo sviluppo sostenibile del commercio nella parte che prevede la riconversione delle aree artigianali e industriali della città per prevedere, considerata la situazione economica attuale, nuove attività quali fiere, mercati, terziario direzionali, uffici, centri di ricerca, strutture ricettive, servizi alla cultura allo sport al tempo libero. Questa amministrazione comunale è ormai ai titoli di coda mancando di fatto di una maggioranza che la sostiene, ma facendo ostruzionismo irresponsabile al provvedimento avremmo negato una opportunità importantissima di slancio della città di Barletta. Non ci piace, a differenza di altri, come il Partito Democratico, giocare sulla pelle dei barlettani! E’ sul bilancio che cade un’Amministrazione e non su un provvedimento di pubblica utilità. Lo sviluppo sostenibile della nostra città passa anche dal voto responsabile e consapevole di forze politiche di centro destra che da anni si battono per una Barletta migliore.

Dario Damiani, Flavio Basile e Gennaro Cefola

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here