Provincia di Bat, già attivate le procedure per monitoraggio e controllo dell’aria

“Saranno destinate in buona parte alle attività di monitoraggio e controllo ambientale dell’aria di Barletta le risorse pari a circa 280 mila euro che la Regione si appresta a rendere disponibili e di cui saremo beneficiari. E’ questo l’indirizzo che ho voluto condividere con il Vice Presidente e Consigliere delegato all’Ambiente Luigi Antonucci e che vedrà concentrare l’attenzione sulla qualità dell’area in cui è ubicata l’Azienda TIMAC”.

Con questa dichiarazione il Presidente della Provincia Francesco Spina è intervenuto per rispondere alle preoccupazioni sulla condizione della qualità dell’aria e sull’alto impatto ambientale prodotto da aziende presenti sul territorio della Città della Disfida il cui allarme sta particolarmente crescendo in questi giorni.

“In continuità con il lavoro svolto dalla precedente Amministrazione Ventola, già in data 21 novembre dello scorso anno – ha specificato il Presidente – abbiamo chiesto alla Regione Puglia l’approvazione di un progetto per rafforzare gli strumenti di controllo e monitoraggio sistematico delle componenti ambientali nell’ambito di un approccio strategico in materia”.

Le risorse richieste per la parte della qualità dell’aria, che da verifiche dirette la Regione si appresta a finanziare nei prossimi giorni, ammontano a 277 mila euro: le attività dovranno svolgersi necessariamente in collaborazione con l’ARPA Puglia all’interno delle più ampie azioni previste nel Piano di gestione della qualità dell’aria della Provincia.

“Del resto – ha dichiarato in chiusura il Presidente Spina -, come sindaco della città di Bisceglie ho già avuto occasione di far fronte alla crescente sensibilità dei concittadini ed alla loro comprensibile apprensione, con mirate iniziative di monitoraggio e controllo dell’inquinamento elettromagnetico e dell’aria”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here