Protocollo su monitoraggio ambientale, l’intervento del Presidente Spina

Ieri mattina a Barletta, nella Sala Consiliare del Teatro “Curci”, è stato discusso il Protocollo d’Intesa sul monitoraggio ambientale nel territorio di Barletta, alla presenza di rappresentanti della Regione Puglia, del Comune di Barletta, della Provincia di Barletta -Andria – Trani, dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) Puglia, dell’Azienda Sanitaria Locale (Asl) e del CNR-IRSA.

Di seguito la dichiarazione a riguardo del Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani Francesco Spina: «Si è riusciti a fare un qualcosa di realmente innovativo che condivido appieno. Il messaggio che inviamo ai cittadini di Barletta è chiaro, ovvero che le istituzioni si stanno muovendo insieme allo scopo di tutelare la salute di tutti, attraverso un modello di governance del territorio assolutamente innovativo. Mettere insieme tutte le istituzioni competenti significa calibrare meglio la tutela degli interessi dei cittadini in materia ambientale e di salute e controllare in modo più efficace il rispetto delle leggi da parte dei privati garantendo così l’ottimo equilibrio tra il diritto delle imprese con la salute dei cittadini. Inoltre, vengono razionalizzate in modo più efficace risorse pubbliche con l’equo contributo di tutti gli enti interessati. Mi complimento con il Sindaco di Barletta che ha recepito al meglio le istanze della popolazione barlettana e ringrazio tutti gli enti che firmano il Protocollo per aver riconosciuto nella Provincia un ruolo di coordinamento del tavolo istituzionale. Non ho firmato il Protocollo perché ho chiesto in data odierna di inserire una clausola che garantisse i procedimenti amministrativi e giudiziari pendenti e aperti a livello provinciale. Come tutti sanno, la Provincia di Barletta – Andria – Trani ha adottato ben due ordinanze in materia ambientale, che ancora oggi non hanno esaurito i loro effetti. Pertanto, ho chiesto di inserire la seguente clausola: “il presente Protocollo d’Intesa non annulla, sospende e/o interagisce in alcun modo sui provvedimenti di miso e bonifico ambientale e sui loro presupposti posti in essere nel territorio comunale di Barletta né esonera le imprese destinatarie di tali provvedimenti dal darne puntuale ed immediata esecuzione”. Questa clausola verrà sottoposta secondo quanto affermato dai rappresentanti regionali al vaglio degli organi regionali competenti per il suo recepimento. Non appena verrà recepita l’istanza della Provincia, firmerò anche io il provvedimento che condivido appieno nei suoi obiettivi dichiarati e nella sua ratio più profonda».

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here