Proseguono lavori nuovo edificio scolastico in via Palmitessa e stanziati fondi per ITC, ITG e ITIS

Imponente mobilitazione per la messa in sicurezza degli edifici scolastici

La situazione degli edifici scolastici di Barletta non è certo un mistero a chi, anche solo distrattamente, abbia seguito le varie notizie susseguitesi negli scorsi mesi e anni e si sia informato dei vari soffitti cedevoli, infiltrazioni, sovraffollamenti e varie carenze nella sicurezza. La situazione, insomma, non è rosea ma, per fortuna, gli organi dell’amministrazione provinciale sono riusciti a muoversi affinché si potessero avere fondi per sopperire a tali mancanze.

Sull’onda di queste iniziative, esattamente un anno fa, fu posta la simbolica prima pietra che diede inizio ai lavori di costruzione di un nuovo istituto scolastico presso Via Palmitessa; questi lavori, avviati sotto la responsabilità della Provincia di Bari e poi passati sotto quella della Sesta Provincia, furono affidati alla impresa di Matarrese il quale, il giorno della posa, tenne a sottolineare quanto fosse importante che il nuovo plesso scolastico fosse perfettamente a norma in modo da garantire ai futuri studenti un ambiente perfettamente sicuro e scevro dalle carenze che altri edifici scolastici presentavano (e forse presentano tutt’oggi).

I commenti degli scettici non tardarono ad arrivare, tra chi diffidava dell’impresa affidataria o a chi reputava l’avvio di questi lavori come una pura e semplice operazione di propaganda politica in vista delle elezioni comunali che si sarebbero svolte di lì a pochi mesi; eppure tali commenti potrebbero trovare una giusta risposta nei risultati del sopralluogo effettuato, nella mattinata del 10 dicembre, dal Presidente della Provincia Francesco Ventola assieme all’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Domenico Campana ed al Dirigente del Settore Edilizia Mario Maggio.

«I lavori di realizzazione della nuova scuola in Via Palmitessa a Barletta procedono nel rispetto dei tempi previsti. Contiamo entro la prossima primavera di consegnare ai nostri studenti un plesso scolastico adeguato, capiente e sicuro», afferma il Presidente Ventola, rassicurando attraverso comunicato stampa che gli otto milioni di euro stanziati all’inizio dei lavori non sono scomparsi nel nulla ma sono stati correttamente utilizzati per il progresso dei lavori.

Pare quindi che il nuovo edificio scolastico vedrà la luce entro i tempi preventivati e senza ritardi ulteriori, una cosa sorprendente considerati i vari casi di opere edilizie lasciate a metà o i cui fondi misteriosamente svaniscono nel nulla.

«Il plesso sorge su una superficie di quasi due ettari e potrà disporre di 30 aule, spazi adibiti all’attività motoria, una palestra coperta ed un auditorium – ha spiegato il Presidente Ventola -. In attesa di ultimare i lavori, individueremo l’indirizzo cui sarà destinato l’istituto, fermo restando la nostra necessità di sopperire o eventualmente sostituire strutture già esistenti che versano in condizioni di degrado ed in taluni casi risultano pericolose»

Sull’onda di questa imponente operazione giunge la notizia, attraverso comunicato stampa, sempre della Provincia, nella mattinata del 12 dicembre, che la Giunta Provinciale ha Trani ha approvato nei giorni scorsi il progetto preliminare per i lavori di recupero conservativo e riqualificazione strutturale del primo lotto funzionale del plesso scolastico di Via Madonna della Croce a Barletta, che ospita tre edifici scolastici: l’Istituto Tecnico Commerciale “Cassandro”, l’Istituto Tecnico per Geometri “Nervi” e l’Istituto Tecnico Industriale “Fermi”. Per la realizzazione dei lavori è stata prevista la somma complessiva di 600mila euro di fondi Cipe.

«Il progetto preliminare prevede interventi di riqualificazione delle aree esterne dell’intero complesso scolastico, in particolar modo l’adeguamento degli impianti sportivi all’aperto, l’eliminazione dei pericoli creatisi con il tempo delle aree esterne, nonché l’eliminazione delle barriere architettoniche createsi a causa del cedimento dei marciapiedi – ha dichiarato l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Domenico Campana – In seguito ai perpetrati furti subiti, abbiamo deciso di includere all’interno del progetto l’installazione di un impianto di videosorveglianza nelle aree esterne, prevedendo altresì l’adeguamento di tutti gli impianti antincendi alle normative vigenti». Sempre secondo l’assessore, i lavori dovrebbe avere inizio entro l’inizio dell’estate.

Insomma, una serie di operazioni, tese a rendere l’ambiente scolastico cittadino finalmente a norma, che non possono non suscitare apprezzamento in tutta la cittadinanza e, soprattutto, negli studenti che per anni si sono prodigati e hanno lottato per ottenere condizioni migliori sul loro posto di lavoro.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here