Previdenza complementare e aiuto alle imprese in un incontro promosso dal Gruppo Azimut

La “previdenza complementare”, quasi una sconosciuta qui in Italia e soprattutto nelle regioni del Centro-Sud, è stato il fulcro dell’incontro tenutosi nella Sala Rossa del Castello Svevo organizzato dal Gruppo Azimut e dai suoi rappresentanti qui a Barletta, Vincenzo e Luca Di Pinto, entrambi Financial Partners di Azimut Consulenza Sim.

L’evento ha visto la partecipazione di Silvano Bramati, Co-Direttore Commerciale del Gruppo Azimut, e di Matteo D’Ettorre, Responsabile del settore Previdenza Complementare del Gruppo, ed è stato inserito nel Tour Azimut, che ha toccato e toccherà le più importanti città d’Italia. “Noi siamo orgogliosi di questa scelta – ha affermato Vincenzo Di Pinto in apertura dei lavori – non solo come professionisti, ma soprattutto come Barlettani”

Difatti, in soli dieci anni dalla quotazione in borsa, il Gruppo Azimut ha ottenuto strabilianti risultati, assestandosi come una delle prime trenta società in Italia per capitalizzazione e ha potuto anche ampliare la propria organizzazione anche all’estero nonostante le difficoltà dell’economia mondiale degli ultimi anni. Questo in pratica il fulcro dell’intervento del Co-Direttore Bramati che, con poche parole, ha descritto non solo il successo dell’impresa di cui fa parte, ma anche voluto sottolineare come il gruppo, nonostante la crescita, continua ad adempiere solo al suo scopo originario, ovvero aiutare lavoratori ed imprenditori a gestire in maniera intelligente il proprio capitale.

Proprio l’affermazione di questa volontà ha poi portato all’introduzione e la discussione del punto cardine della serata, ovvero l’avvio del progetto “Libera Impresa”, che mira ad aiutare le piccole-medie imprese appena nate ad impegnare efficacemente le proprie risorse e ad assisterle durante tutto il percorso della loro crescita, e tutte le iniziative riguardanti la Previdenza Complementare, argomento illustrato da Matteo D’Ettorre e che, a causa dei costanti dubbi sulla qualità e quantità delle prestazioni pensionistiche degli italiani, sta lentamente acquistando un’importanza e, soprattutto, una visibilità sempre maggiori. Iniziative mirate non soltanto al privato cittadino, ma anche, e forse in maniera più specifica, agli imprenditori, in modo da creare un ambiente sostenibile e scevro da tensioni di natura economica sia per i datori di lavoro per i dipendenti.

In definitiva, un incontro che mira a sottolineare il vero scopo del Gruppo Azimut, così come spiegato dalle parole di Vincenzo Di Pinto: porre la figura del consulente finanziario, maggiormente responsabilizzata,  accanto ai clienti per aiutarli a fare le scelte giuste in prospettiva di un riscontro positivo futuro.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here