Porto di Bari: sequestrati oltre 6000 capi di abbigliamento contraffatti

Sempre più incisiva l’attività di controllo posta in essere dai militari della Guardia di Finanza nel Porto di Bari per contrastare i traffici illeciti di ogni genere.
Nel corso di un’operazione di servizio scaturita dall’attento monitoraggio di automezzi pesanti provenienti dall’Albania, i Finanzieri del Gruppo Bari, in collaborazione con funzionari del locale Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nella locale area portuale hanno individuato e sottoposto a controllo un furgone trasportante prodotti tessili, di origine albanese.

L’attenzione dei finanzieri veniva orientata, in particolare, su 66 colli di abbigliamento sportivo destinati ad una ditta pugliese, scortati da documentazione commerciale e doganale emessa da una ditta albanese.
La verifica fisica dei capi di abbigliamento consentiva di riscontrare all’interno dei colli, diversamente da quanto riportato nella citata documentazione, n.4.295 magliette e n. 1.804 completini per bambini, riportanti il noto marchio internazionale “PEPPA PIG”.

A seguito dei controlli svolti, il logo è risultato difforme dall’originale e riprodotto in assenza delle prescritte autorizzazioni.
Il rappresentante legale della ditta importatrice è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per introduzione nello Stato di marchi contraffatti e per aver abusivamente duplicato e riprodotto un opera dell’ingegno tutelata dai diritti d’autore.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here