Polo della Sicurezza e della Legalità a Barletta, consegnati i lavori

Polo della Sicurezza e della Legalità

Sono stati consegnati stamani i lavori di riconversione dell’ex sede distaccata del tribunale di Trani, in via Zanardelli a Barletta, destinata a ospitare il Polo della Sicurezza e della Legalità, comprendente gli uffici del Giudice di pace, già presenti, e il Comando di Polizia municipale che sarà trasferito dall’attuale e storica sede di via Municipio.

Le somme messe a disposizione per l’opera, presentata in loco dagli assessori ai Lavori pubblici, Gennaro Calabrese, alle Manutenzioni Lucia Ricatti, alla Polizia locale Michele Lasala, e dal comandante della Polizia municipale Savino Filannino, ammontano a 300.000 euro per un costo di 136.000 euro oltre iva. I lavori dureranno 120 giorni, a cura della ditta Costruzioni europee srl di Bari.

Il progetto, a cura di addetti e funzionari dell’Ufficio tecnico comunale (Rup – ingegnere Rosario Palmitessa; direttore dei lavori geometra Giuseppe Dipace; responsabile della sicurezza Ruggiero Leone), diretto dall’architetto Donato Lamacchia, prevede una nuova distribuzione degli ambienti al piano terra e al primo piano; la realizzazione di nuovi impianti termico, idrico – fognario ed elettrico e di un blocco spogliatoi al piano seminterrato; l’adeguamento di porte e infissi con sostituzioni ove necessarie, nuovi bagni per disabili al piano terra e al primo piano e nei bagni che saranno rifunzionalizzati dei nuovi rivestimenti, la pitturazione degli ambienti.

“Questo è un ulteriore intervento a cui l’Amministrazione Cannito ha voluto fortemente dare seguito – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Gennaro Calabrese – mentre l’attuale sede del Comando di Polizia locale di via Municipio dovrà essere riqualificata e valorizzata per poterla renderla fruibile”.

“L’attuale sede del Comando di Polizia municipale è molto bella, è una sede storica e prestigiosa – ha detto il comandante Savino Filannino – ma non è adeguata agli standard attuali, alle tecnologie, ai tempi e alle funzioni che ora come Polizia locale svolgiamo, motivo per cui il trasferimento e tutto quanto comporta è essenziale”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here