Pizza al fungo, al via la 5^ Sfida Mondiale a Gravina

Pizza al fungo
Ormai conclusa l’organizzazione della 5^ Sfida Mondiale Pizza al Fungo. Lo svolgimento è previsto nelle giornate del 20 e 21 marzo a Gravina in Puglia, presso la Casa per Ferie Benedetto XIII°.
 
Fra cinque giorni, sarà dato l’avvio alle 19 gare che caratterizzeranno quest’altra edizione dell’evento, tanto atteso e la cui Arte ha già ottenuto il riconoscimento Unesco di Patrimonio culturale dell’Umanità! Alle Gare hanno già aderito numerosissimi Pizzaioli, provenienti da varie Regioni Italiane ed è prevista anche la presenza di delegazioni estere. Tra le sfide si segnalano quelle denominate: Pizza acrobatica, Pizza senza Glutine, Pizza Senatore Cappelli.
 
Significative saranno quelle intitolate a G. Passidomo, in onore del diciannovenne pizzaiolo recentemente scomparso, ed il trofeo pizza “Ci sono anch’io” dedicato ai giovani con sindrome down. Per ogni gara saranno proclamati tre vincitori da una giuria qualificata, composta da conoscitori di acclarata esperienza e con un sistema di voto di immediata visibilità e trasparenza.
 
Tra gli organizzatori da segnalare l’artefice: l’instancabile e battagliero Maestro e pizzaiolo Fedele Guida che con altri colleghi appartenenti all’Università dell’Arte Bianca, ha voluto fortemente rinnovare questo impegno. Prosegue il volontariato di questi liberi imprenditori, per favorire le varie conoscenze circa la corretta alimentazione e circa le serie problematiche legate all’utilizzo del grano: soprattutto quello importato. Assoimprese Barletta, che supporta l’organizzazione con il proprio Patrocinio, tramite il Presidente Franco Filannino dichiara: La pizza è un rito socio-culturale ed imprenditoriale. Ci si ritrova attorno alla pizza perché può succedere che forno e banco di preparazione diventino palcoscenico. Ogni pizza è una tavolozza sulla quale sono presenti i colori e i sapori della nostra terra, è un piatto che aiuta a salvaguardare i grani più antichi e le loro colture che sono la nostra identità e rappresentano la nostra antica e sana cultura contadina.
 
Ogni cittadino è invitato a deliziarsi.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here