Piano coste: c’è il progetto

Presentato nel caldo pomeriggio del 27 maggio il piano comunale delle coste presso la sala consiliare di Barletta.
I presidenti della commissione Antonio Santeramo e Pietro Sciusco hanno illustrato alla presenza del sindaco e dell’assessore, le caratteristiche del piano adottato dal comune nel marzo 2012 in seguito alla legge regionale n. 17 del 23 giugno 2006 che chiariva la disciplina e l’uso delle coste .
Il presidente Santeramo consigliere comunale del partito democratico ha sottolineato come questo piano non preveda alcuna cementificazione della costa ma tende a tutelarla e valorizzarla.
Importante la presentazione e divulgazione  ai cittadini per dare rilievo a tutte le loro valide osservazioni, grazie anche al progetto di una pagina web nel sito del comune per dare la possibilità di visionarlo in maniera diretta e veloce.
Dopo 60 giorni il progetto sarà definitivo ed andrà a interessare i 5 km di costa utile alla balneazione sui 15 km totali di litoranea.
Gli effetti del piano saranno: per gli stabilimenti quelli di adeguarsi alle norme tecniche previste, come recinzioni e altre questioni legate alla sicurezza; l’individuazione di nuove aree e nuove concessioni, che interesseranno ad esempio le spiagge libere con l’installazione di servizi ai bagnanti; una fascia della litoranea adibita a pista ciclabile e pista di atletica ed un utilizzo della strada litorale di ponente, adesso usate come terreno contadino, destinato a progetti come quelli di aree parcheggio, aree camping, e strutture per servizi.
L’obiettivo è quello di recuperare il maggior numero di aree per la balneazione, impedire un ulteriore erosione della costa e rivedere i campi di granai delle acque piovane. Un progetto che tende ad una difesa, una riqualificazione ed un monitoraggio di un territorio con molte possibilità ma che fino ad ora è sempre stato meta di passaggio nel turismo balneare.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here