Si è svolto nella sala giunta di palazzo di città a Barletta un incontro fra i residenti di via Callano e il sindaco Cosimo Cannito.

La delegazione ha manifestato al primo cittadino i disagi quotidiani causati della prossimità al cantiere per la realizzazione di un sottovia che andrà a sostituire i passaggi a livello di via Andria e via Vittorio Veneto, chiedendo la realizzazione di un passaggio pedonale fra via Andria e la città, attraverso via Filannino e via Romagnosi.

Cannito ha ricordato come più volte l’Amministrazione comunale e lui personalmente abbia chiesto e proposto a Ferrotramviaria, in occasione delle conferenze di servizio svoltesi a palazzo di città, diverse soluzioni per alleviare i disagi dei residenti, realizzando tale passaggio o una scala che portasse dall’altra parte e di avere ricevuto dall’interlocutore sempre dinieghi.

“Il sindaco e l’Amministrazione comunale è con i cittadini, per questo chiederò un incontro con l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini e con il direttore generale di Ferrotramviaria Massimo Nitti perché accolgano le nostre legittime richieste, perché le vostre rimostranze sono nostre, della città, e si facciano carico responsabilmente di agire per le proprie prerogative”, ha detto Cannito.

Il sindaco aveva proposto ai residenti, per alleviare i loro disagi, l’attivazione di due nuove corse pomeridiane del bus urbano, oltre a quelle previste per l’inizio dell’anno scolastico, ma loro, responsabilmente, le hanno rifiutate spiegando che sarebbe stato uno spreco di denaro pubblico e che non sarebbero state utili a soddisfare le loro esigenze. Cannito ha inoltre fatto il punto sullo stato del cantiere, riferendo che il prossimo 9 settembre saranno in loco gli artificieri per la verifica bellica e ha infine invitato la delegazione a partecipare, il prossimo 13 settembre, alla conferenza di servizi che si svolgerà a palazzo di città. E’ stato poi deciso di potenziare l’illuminazione e migliorare la pulizia del passaggio pedonale fra via Callano e via Andria.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here