Paolo Cognetti colpisce ancora: a lui il premio Strega 2017

Che fosse l’anno di Paolo Cognetti era già chiaro da un po’: il giovane autore, con le sue ‘Le otto montagne’ si era già assicurato, sbaragliando la concorrenza, il premio Strega Giovani 2017.  Successo confermato anche nel premio Strega ufficiale, dove il favorito dei pronostici con 208 voti si è aggiudicato la vittoria.

Vittoria ottenuta con molti voti di differenza: la medaglia  d’argento, Teresa Ciabatti con  la sua ‘La più amata’, ha ottenuto 119 voti.  87 sono stati i voti che Wanda Marasco ha ottenuto  per ‘La compagnia delle anime finte’, mentre si è aggiudicato il quarto  posto (con 79 voti) Matteo Nucci con ‘È giusto obbedire alla notte’. L’ultimo posto è spettato invece, con 52 voti, ad Alberto Rollo con ‘Un’educazione milanese’.

La novità di questo premio Strega è stata la giuria: il numero dei votanti si è esteso a 660. Ai 400 Amici della Domenica e ai 40 lettori forti selezionati dalle librerie indipendenti italiane dell’Ali, si sono aggiunti 200 intellettuali e studiosi italiani e stranieri scelti da 20 istituti italiani di cultura all’estero e 20 voti collettivi espressi da scuole, università e biblioteche.

Il seggio è stato presieduto da  Edoardo Albinati, vincitore della scorsa edizione del Premio Strega. Nella serata, condotta da Eva Giovannini, è stato ricordato con un filmato Tullio De Mauro, il linguista italiano morto lo scorso 5 gennaio. Il presidente della Fondazione Bellonci, Giovanni Solimine, ha ricordato la maestria di Tullio De Mauro e la sua capacità di credere nella forza della partecipazione culturale.

Paolo Cognetti, mentre ritirava il premio (che consiste in una grande bottiglia del liquore Strega) ha detto che dedica la vittoria alla montagna, luogo che viene spesso abbandonato e dimenticato. Il suo successo, stando all’autore, è dovuto al fatto che ha cercato di raccontare la montagna, facendo da tramite tra quest’ultima e la pianura o la città. 

‘Le otto montagne’, che racconta il valore dell’amicizia e degli incontri e l’amore per le alte vette, ha vinto anche la prima edizione del Premio Strega Off con il 57% dei voti calcolati proporzionalmente tra riviste, blog letterari e pubblico presente al Giardino Monk, a Roma. 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteIntervento di Ruggiero Quarto sulle acque reflue
Articolo successivoBarletta, in astinenza da droga aggredisce genitori e moglie, lasciandola fuori casa: arrestato
Sonia Tondolo
Sonia Tondolo classe 1993, consegue la maturità classica presso il Liceo Classico “A.Casardi” di Barletta. Prosegue gli studi umanistici laureandosi in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Bari “A.Moro”. È appassionata di letteratura e giornalismo e sta proseguendo il suo percorso di studi specializzandosi in giornalismo e cultura editoriale. Attualmente è redattrice di Barletta News e si occupa di attualità ed eventi cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here