Lunedì 4 dicembre omaggio a Sabino Castellano

Omaggio a Sabino Castellano lunedì 4 dicembre. L’Amministrazione comunale di Barletta, in collaborazione con la sezione locale “S. Santeramo” della Società di Storia Patria per la Puglia, dedica una giornata al ricordo del concittadino, iniziatore degli scavi a Canne della Battaglia, nato il 31 ottobre 1898 nel quartiere di Santa Maria, con due momenti particolarmente significativi sul rapporto di Castellano con la città.

In mattinata, alle 10.00, alla presenza del figlio Carlo e dei familiari, verrà intitolato allo studioso il piazzale antistante l’Antiquarium di Canne. Per l’occasione, saranno guide d’eccezione in un percorso alla scoperta dei dettagli del sito archeologico, i giovani alunni “Apprendisti Ciceroni” del FAI e del progetto “Archeologia” della scuola secondaria di primo grado “De Nittis”, impegnati nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del territorio.                 

Nel pomeriggio, alle 18.00,  Palazzo della Marra ospiterà l’incontro di presentazione della borsa di studio, finanziata dalla famiglia, su “L’uomo, l’archeologo, lo studioso”,  che la Società di Storia Patria ha assegnato a Damiana Caputo, giovane ricercatrice del territorio, il cui lavoro sarà illustrato con il coordinamento della professoressa Luisa Derosa e gli interventi della professoressa Nunzia Pia Castellano Canevara, del dott. Italo Muntoni e del dott. Renato Russo.

Tra testimonianze, ricordi e prospettive, la giornata rappresenterà anche un’occasione per scoprire aspetti inediti della storia del sito archeologico di Canne. Insieme al sindaco Pasquale Cascella, interverranno nel corso della giornata la direttrice del Polo Museale della Puglia, Eugenia Vantaggiato, la direttrice dell’Antiquarium di Canne, Miranda Carrieri, la soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province Barletta Andria Trani e Foggia, Simonetta Bonomi, e la presidente della sezione locale della Società di Storia Patria della Puglia, Antonietta Magliocca.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here