Oggi si celebra la Giornata Mondiale dell ‘Ambiente

Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite , celebrata per la prima volta nel 1974 con lo slogan “Only One Earth”.

Ogni anno durante la celebrazione vengono proprosti temi collegabili alla iniziative che si svolgono a livello mondiale durante l’anno corrente.

Per quest’anno è stato è stato proposto il tema alimentare al fine di richiamare ciascuno alla responsabilità di poter diventare un possibile protagonista del cambiamento a sostegno di uno sviluppo sostenibile, considerando che oggi nel mondo un terzo del cibo prodotto viene gettato tra il passaggio della produzione al consumatore.

Si tratta di almeno  1,3 miliardi di tonnellate di derrate alimentari dal valore di mille miliardi di dollari che servirebbero a sfamare almeno 870 milioni di persone al giorno, persone che non hanno la possibilità di poter mangiare. Questo è decisamente uno spreco assurdo sia alimentare che di CO2.

L’iniziativa dell’Unep e della Fao è proprio quella di divulgare il messaggio di conservazione dei cibi tramite un sito dove è possibile trovare le informazioni utili e tutti modi possibili tradizionali per conservare gli alimenti.

Ridurre il cibo sprecato è una sfida etica, ambientale e tanto economica. Cercare di far capire che non si dovrebbe gettare nemmeno un boccone e di calibrare bene l’utilizzo del cibo sia a livello industriale che sulla propria tavola. Questo gesto se compiuto da ciascuno di noi potrebbe una bella svolta per la popolazione e per l’ambiente.

Durante questa Giornata Mondiale dell’Ambiente vengono messe a fuoco, come sempre, tutte le tematiche urgenti: I cambiamenti climatici derivanti dal riscaldamento globale, inquinamento ambientale, l’effetto serra, lo scarso riciclaggio, inquinamento dei mari ecc ecc. Problemi seri che deteriorano sempre più il nostro pianeta ma non avvertiti da tutta la popolazione forse perché  regna ancora tanta indifferenza.

Si tratta di una ricorrenza che dovremmo tutti ricordare ed è l’occasione giusta per unirci, fare comunità e soprattutto cercare di fare veramente qualcosa per cambiare una situazione di degrado ambientale sempre più crescente e pericolosa per la salute di tutti gli esseri viventi del nostro pianeta.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteMichelangelo Filannino denuncia: “Manifesti elettorali abusivi a Barletta”
Articolo successivo
Francesca Soricaro
Francesca Soricaro nata a Manfredonia nel 1986. Ha conseguito la maturità in "ragioniere e perito commerciale" nell'anno 2005 e subito dopo è entrata nell'azienda di famiglia. Da sempre ha la passione per l'arte declinata in tutte le sue sfumature, per la tecnologia, il disegno artistico e digitale, musica e moda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here