Il Centro Studi “Barletta in Rosa”, con il Patrocinio del Comune di Barletta, presenta il romanzo “Gli occhi della Basilica” dell’avv. Domenico Carpagnano, pubblicato da Bertoni Editore. 

L’incontro si terrà, con ingresso gratuito, alle ore 18.00 di sabato 30 Novembre, nella Sala Rossa del Castello di Barletta.

Discuteranno con l’autore la Prof.ssa Mariagrazia Vitobello, Presidente del Centro Studi “Barletta in Rosa”, il dott. Giuseppe Dimiccoli, giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, e il dott. Leonardo Di Lascia, curatore della Collana IRA di Bertoni Editore.

  

“Gli occhi della Basilica” è un thriller ambientato a Perugia e, come nelle precedenti pubblicazioni dello stesso autore, il giallo è solo un pretesto per parlare di storie di violenze domestiche, di stalking, di ricatti, di vessazioni e di notizie addomesticate, che fanno sì che il commissario Anselmi sia portato a sospettare della moglie della vittima, di un suo amico, di alcuni suoi dipendenti e, non ultimo, dello stesso parroco della Basilica di San Pietro. È il pretesto per raccontare le peggiori miserie umane, ma anche per parlare delle bellezze di Perugia e, in particolare, della Basilica di San Pietro — un vero e proprio museo, prima ancora che un luogo di culto — in cui, tra i mille tesori di cui si può godere visitandola, c’è l’Apoteosi dell’Ordine dei Benedettini (una tela di quasi novanta metri quadri, che non tutti sanno che è anche chiamata “la bocca del diavolo.”

Domenico Carpagnano, avvocato, è nato nel 1954 a Barletta, dove ha esercitato la libera professione fino al 2013.

Nel 2014 si è trasferito a Perugia, città nella quale ha completato gli studi universitari, per dedicarsi a tempo pieno alla pittura e alla scrittura.

Dopo “Per una vita rubata”, il suo romanzo d’esordio (pubblicato in formato eBook nel 2016) e “La verità comoda”, un thriller pubblicato dalla Bertoni Editore, si ripresenta ai suoi lettori con “Gli occhi della Basilica”, un giallo che — come i primi due — è ambientato nel capoluogo umbro.

Con “La verità comoda”, l’autore si è classificato al secondo posto al Premio letterario “Le notti di Barliario — Salernoir 2019”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here