Obbligo vaccinale, più del 90% di bambini vaccinati tra i 3 e i 5 mesi

vaccinale

Oltre il novanta percento di bambini vaccinati in Puglia nella fascia di età compresa tra i tre mesi e i cinque anni. Questi sono i primi dati di sintesi, estratti dal sistema Giava Puglia, inerenti all’obbligo dei vaccini per l’accesso ad asili nido e scuole, così come previsto dall’ex decreto legge 73/2017, provvedimento teso a garantire attività di prevenzione, contenimento e riduzione dei rischi per la salute pubblica, con particolare riguardo al mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale.

La media regionale degli adempienti nella fascia di età 3 mesi-5 anni si attesta sul 90,76%.

Nello specifico i dati sugli adempienti all’obbligo vaccinale nelle diverse Asl pugliesi sono i seguenti: Asl Bari 91,00%, Asl Bat 91,53%, Asl Brindisi 93,21%, Asl Foggia 83,52%, Asl Lecce 93,54% e Asl Taranto 92,47%.

Fondamentali per l’assolvimento degli obblighi derivanti dalla legge nazionale, nella fascia 0-16 anni, sono i servizi telematici dell’anagrafe vaccinale regionale messi a disposizione dei dirigenti scolastici del sistema nazionale di istruzione e dei responsabili dei servizi educativi per l’infanzia, delle scuole private non paritarie e dei centri di formazione professionale. Questi servizi, accessibili via internet, consentono da un lato il caricamento dei file degli elenchi degli iscritti e dall’altro lo scaricamento dei file riportanti, per ognuno degli iscritti segnalati, l’esito delle verifiche dell’assolvimento dell’obbligo vaccinale.

I dati aggiornati al 19 marzo 2018 sono più che incoraggianti. Sono già 576 i dirigenti scolastici censiti mediante le funzionalità web del sistema GIAVA (anagrafe vaccinale regionale) e 1430 gli elenchi degli alunni caricati sul sistema.

Sono 179.037 gli attestati di regolarità stampati dalle farmacie pugliesi che stanno continuando ad offrire un servizio di grande utilità per i cittadini.

“Da quest’anno, e con la conversione in legge del decreto n.73 del 7 giugno 2017, saranno 10 le vaccinazioni obbligatorie richieste ai bambini e ragazzi fino a 16 anni, compresi i minori stranieri non accompagnati, cioè i minorenni, senza cittadinanza italiana o UE, presenti sul territorio italiano a qualunque titolo. 

Le vaccinazioni sono essenziali per l’iscrizione all’asilo nido, alla scuola materna e ai servizi integrativi, compresi quelli privati. In assenza della idonea documentazione sarà infatti impossibile iscrivere e frequentare la struttura scolastica. La data ultima per la presentazione della documentazione (asili nido, scuola materna e servizi integrativi) è il 10 settembre 2017.” Fonte:”Vaccini obbligatori da 0 a 16 anni: cosa fare prima che inizi la scuola” di Maria Teresa Caputo

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here