Nuovi servizi Caritas in Via Manfredi a Barletta

Ieri 22 dicembre, preso il  centro Caritas di Barletta in Via Manfrdi, sono stati inaugurati i  nuovi servizi di accoglienza.

Per l’occasione sono intervenuti S. E. Mons. Giovan Battista Pichierri il quale ci ha riferito che questa è un’apertura verso il fratello. Noi non possiamo dirci cristiani se non ci apriamo gli uni agli altri come Dio nella nostra carne si è aperto a noi. E’ proprio nell’esercizio della carità che noi ci contraddistinguiamo come discepoli del Signore Gesù e, questa struttura in Via Manfredi – ha proseguito l’Arcivescovo – insieme all’altra nei pressi dela Parrochia San Giovanni Apostolo, mensa per  i poveri, sono l’espressione di un’amore gratuito.

Questa sede di Via Manfredi è l’espressione di coloro che la donarono, i fratelli Vescovi Monterisi e poi il servizio che viene svolto in questa struttura della carità è un servizio di amore gratuito.

Abbiamo anche chiesto al Dott. Lorenzo Chieppa, Direttore della Caritas di Barletta, se possiamo ritenere che oggi con l’ampliamento di questi servizi della Caritas, Barletta ha un valore aggiunto.

Il Dottor Chieppa ha voluto sottolinerare come questa sia una bella pagina di solidarietà a Barletta. Restituiamo alla Città un contenitore, luogo simbolo per la solidarietà, per chi è deluso  e non attraversa un periodo buono.

In Via Manfredi vi sarà accoglienza diurma e notturna, sarà erogato un servizio di igiene alla persona, con quattro docce e soprattutto un servizio di ascolto, sia basico sia tecnico con l’ausilio di un medico e di un’ avvocato che si susseguiranno presso la Caritas dando giornalmente il proprio contributo volontario.

Sono inoltre intervenuti all’evento la Dott.ssa Clara Minerva e Pasquale Cascella, Sindaco di Barletta.

Erano presenti inoltre il Vicario Episcopale Mons. Filippo Salvo e l’economo diocesano Mons. Angelo Dipasquale.

L’evento si è concluso con la visita da parte degli intervenuti dei locali in cui si svolgeranno i suddetti servizi.

Invalid Displayed Gallery

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here