“È curioso che il consigliere Mennea veda come una vittoria l’adozione anche in Puglia del numero unico europeo 112 per la gestione delle chiamate di soccorso.

Probabilmente gli sfugge che se la giunta Regionale avesse dato seguito alla nostra mozione approvata nel 2016, quel numero sarebbe già operativo da anni con enormi benefici per tutti i cittadini”.

Lo dichiara il consigliere del M5S Mario Conca, ricordando la mozione approvata dal Consiglio il 16 novembre del 2016 con cui s’impegnava la Giunta a dare seguito alla direttiva europea e alla conseguente legge 124 del 2015 e ad adottare il 112 come NUE, Numero Unico delle Emergenze, al fine di centralizzare la raccolta di tutte le chiamate di soccorso, frastagliate fra 112, 113, 115 e 118.

 

“Apprendiamo addirittura – continua Conca – che la Puglia starebbe lavorando incessantemente per l’attivazione del numero unico. Non sappiamo se ridere o piangere dal momento che tanto lavoro ha portato in questi tre anni al nulla assoluto. Soltanto oggi leggiamo di un Tavolo ieri al Viminale, ci auguriamo per la firma del protocollo d’Intesa tra Regione e Ministero propedeutico all’attivazione del Numero Unico. Come sempre arriviamo in ritardo rispetto alle altre Regioni, dove questa è già una realtà. Purtroppo qui Giunta e maggioranza sono troppo impegnate per la campagna elettorale per dare seguito alle nostre proposte per il bene dei cittadini e quando finalmente lo fanno, invece di  chiedere scusa per il tempo perso hanno anche il coraggio di spacciarle per loro risultati. Auspichiamo che davvero il numero unico per le emergenze diventi realtà entro il 2020: allora saranno passati 4 anni dalla nostra mozione. Ancora una volta ci tocca ripetere quello che purtroppo è diventato il nostro mantra: meglio tardi che mai…”

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here