Nascondeva pezzi di auto rubate in campagna. Arrestato 22enne barlettano

polizia

In data 6 gennaio 2015, la Polizia di Stato ha arrestato un 22enne di Barletta (con precedenti specifici) per il reato di riciclaggio, denunciando per ricettazione anche un tunisino di 30 anni.

Gli equipaggi della Squadra Volanti del Commissariato di P.S. di Andria, durante un mirato servizio di perlustrazione in alcune aree rurali, hanno raggiunto un tratturo di campagna difficilmente percorribile, ubicato in un’area caratterizzata da una fitta vegetazione.
Lì hanno intercettato un motocarro privo di targa che recava, sul cassone, un motore propulsore di un’autovettura ed era seguito, a breve distanza, da un’auto con targhe bulgare.

Gli operatori di Polizia hanno deciso perciò di procedere al controllo dei mezzi e delle persone.
I due conducenti, dell’autovettura e del motocarro, hanno tentato di darsi alla fuga ma, inseguiti dagli agenti, sono stati raggiunti. Dagli accertamenti immediatamente seguiti, il motocarro non è risultato inserito tra i veicoli da ricercare. Il conducente non era, tuttavia, in grado di fornire alcuna spiegazione sulla provenienza del propulsore collocato sul cassone del mezzo.
L’autovettura con targhe di nazionalità bulgara, condotta dal cittadino italiano, non risultava inserita tra i veicoli da ricercare; tuttavìa, gli approfondimenti conseguenti consentivano di accertare che la stessa, con targhe diverse, era stata rubata fuori regione. Gli agenti operanti hanno ampliato il controllo e rinvenendo, inoltre, in una zona poco distante, la scocca di un’autovettura di provenienza furtiva.

Il giovane barlettano si trova ora ristretto presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here