Nasce il Movimento “Asso di Bastoni”

Presentato da Di Paola e Tarantini il nuovo movimento di Destra

“È nei nostri auspici formulare una proposta politica NUOVA, nella forma ed ancor più nella sostanza, che rappresenti idonea risposta ad una esigenza, non più differibile, quella di dare fisionomia e contenuti ad una vasta area di opinione che convenzionalmente definiamo di DESTRA. Senza ulteriori aggettivazioni od appendici lessicali”; questa è la premessa fatta dal dottor Giuseppe Tarantini e dall’avvocato Carmine Di Paola nell’annunciare la presentazione di un nuovo movimento politico, “Asso di bastoni”, avvenuto nella serata di giovedì, 22 novembre, presso l’auditorium del GOS di Barletta.

Il curioso nome e simbolo scelto dai due volti già noti nell’ambiente politico della provincia è stato spiegato dal dottor Tarantini, il quale ha affermato: “L’asso di bastoni, questa simpaticissima carta, innanzitutto Napoletana, che raffigura forse meglio di ogni altra cosa le nostre tradizioni […], una carta che si trovava sulle fiancate delle cabine dei camion o dei tre ruote, ad evocare un simbolo di fortuna, ed anche un simbolo che indica come qualche bastonata, metaforica, non può far male”.
Scopo di questo nuovo movimento, come più volte ribadito dai due relatori della serata, è infatti quello di segnare un distacco netto dal caos che ultimamente sta sconvolgendo la corrente di centro-destra e auspicare un ritorno ai valori fondamentali della destra più pura.

Invalid Displayed Gallery

“Abbiamo necessità di riaffermare i valori di Dio, Patria e Famiglia; – ha detto l’avvocato Di Paola – questi valori […] vanno recuperati ,ma evidentemente revitalizzati e rivissuti e adeguati ai tempi attuali, non dimentichi che questi sono valori portanti della Costituzione Italiana”
Continuando nel suo intervento, l’avvocato ha compiuto un breve excursus dei principi cardine di questo nuovo movimento, collegandoli con gli articoli della carta costituzionale dove viene sancita la loro difesa, spaziando quindi dal diritto alla salute al principio di meritocrazia.

Centro dell’intervento del dottor Tarantini, invece, è stato il concetto di Unione Europea e la speranza che gli organi della stessa smettano di essere determinati prevalentemente in via indiretta dai cittadini e si passi ad un metodo più democratico per la scelta dei propri rappresentanti in ambito continentale.
Entrambi i relatori non hanno nascosto che questo movimento è nato da zero e non si sono posti obiettivi nel breve termine, bensì hanno auspicato di far sentire la propria influenza solo nel lungo termine, cercando di essere da sprono per una nuova generazione di politici aderenti alla loro parte politica, limitandosi al ruolo di “saggi consiglieri” e prodigandosi nel far crescere il movimento attraverso tutti i mezzi disponibili “con la passione e l’impegno giovanili”, come affermato dall’avvocato Di Paola.

Per il momento, dunque, l’obiettivo principale del movimento “Asso di bastoni” sarà quello di riportare in auge e adattare ai nostri giorni l’ideologia di Destra e di “mettere un po’ di sale nella scena politica attuale”, come detto in chiusura di lavori dal dottor Tarantini, cercando di arginare i danni causati dalle separazioni interne al centro-destra e ovviamente assicurando la più totale disponibilità nel collaborare o anche ad unirsi alle altre correnti della Destra italiana, però solo a patto che gli errori del passato non vengano più ripetuti e la vecchia generazione di politici lasci definitivamente il posto ad una generazione più giovane e, forse, più meritevole.

Con queste promesse, e la speranza che il movimento cresca come sperato, l’incontro è stato terminato con l’assicurazione, data da entrambi i relatori della serata, che a questa prima iniziativa presto ne seguiranno molte altre.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedentePericolosa bomba carta in viale Marconi
Articolo successivoMovimento “Asso di Bastoni”
Vittorio
Vittorio Grimaldi è nato il 17 agosto 1991. Diplomato presso il Liceo Classico "A. Casardi" di Barletta, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Appassionato ed esperto di folklore e mitologia, gestisce dal 2013 il canale youtube a tale materia dedicato "Mitologicamente". Giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, dal 2014 è stato cronista politico della testata online Barletta News fino a dicembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here