La Corte Suprema di Cassazione “Sezioni Unite Civili”, composta dagli Ill.mi Magistrati: Stefano Schirò, Pietro Curzio, Uliana Armano Magda Cristiano, Antonio Greco, Lucia Tria, Andrea Scaldaferri, Luigi Giovanni Lombardo e Alberto Giusti, ha pronunciato la seguente ordinanza con deposito in cancelleria, il 30 marzo 2018, sul ricorso proposto dalla Arpex di Musti, contro il Comune di Barletta, nonché contro altro cittadino, per regolamento di giurisdizione in relazione al giudizio pendente del Tribunali di Trani: dove era in contestazione la proprietà di un nastro stradale di via dei Muratori, in parte sistemato a strada pubblica e in parte da sistemare, con autorizzazione comunale del 2010, rilasciata alla stessa Arpex, “…fino alla realizzazione da parte di questo Ente dell’opera definitiva”.

Questa è la conclusione cui è giunta la Corte Suprema di Cassazione con ordinanza depositata il 30 marzo, con cui, accogliendo le eccezioni sollevate dalla ARPEX di Musti, ha dichiarato la giurisdizione del giudice amministrativo.

La causa pendente del Tribunale di Trani, in altre parole, non doveva neppure essere iniziata, perché chi ricorreva non aveva alcun titolo per ricorrere, non essendo proprietario dei suoli, e non avendone neppure il possesso, come peraltro era già stato riconosciuto da un’ordinanza del Tribunale di Trani e dalla recente sentenza del Consiglio di Stato.

Interpellato, lo stesso Musti, pur soddisfatto dalla ordinanza favorevole, si dice rammaricato perché sempre più frequentemente, altri imprenditori e comuni cittadini mi chiedono, stupiti, perché nonostante le sentenze favorevoli, non si riesce a far chiarezza sulla questione una volta per tutte. Io rispondo che più di quanto faccio, non posso, e che il Sindaco e il Consiglio comunale, che rappresentano tutti noi, possono fare di più!!

Gli imprenditori che operano nella zona merceologica di Barletta non possono aspettare oltre. Sono anni che attendono il completamento di via dei Muratori ed il congiungimento con via degli Artigiani. Sono anni che ascoltano vane promesse. Sono anni che operano in condizioni inaccettabili. La crisi si combatte anche consentendo alle imprese barlettane ed ai loro dipendenti di lavorare in condizioni degne di un paese civile.

Per questo gli imprenditori di Barletta, tutti insieme, chiedono al Sindaco ed alle forze politiche, di impegnarsi oggi a completare via dei Muratori!!

A cura di Aldo Musti

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here