Forum Salute Ambiente: musica in piazza contro i silenzi della politica

barlettanews- locandina concerto 15 dicembre 2017 Forum Salute Ambiente

Comunicato stampa del Forum Salute Ambiente Barletta sull’iniziativa musicale in programma per domani, contro il disastro ambientale

“Noi del Forum Salute Ambiente siamo stati facili profeti nel prevedere che non ci sarebbe stata nessuna risposta alle nostre domande rivolte al Sindaco Cascella e all’Assessore all’Ambiente Divincenzo sul perché non siano stati ancora spesi i 100.000€ stanziati dal Consiglio Comunale per il monitoraggio ambientale delle aziende insalubri e sull’introduzione della tariffazione puntuale per far risparmiare i cittadini che fanno la raccolta differenziata.

Non ci sono e non ci saranno risposte perché ormai questa amministrazione, arrivata al capolinea e già liquidata dalla coalizione che l’ha sostenuta, naviga a vista senza prendere impegni importanti.

Secondo i padrini della coalizione di centro-sinistra bisogna lasciare il campo libero alla imminente campagna elettorale e la questione del disastro ambientale che incombe sulla nostra città deve essere relegata in un angolino o meglio ancora dimenticata.

Ci dicono che se proprio vogliamo occuparci  di questa vicenda possiamo sempre seguire le vicende della magistratura e dell’imminente processo contro la Buzzi Unicem che aprirà i battenti il prossimo 8 gennaio.

Ma il disastro ambientale non può essere stabilito da un tribunale ma da un serio monitoraggio ambientale e da una presa in carico del problema da parte della politica; la magistratura dovrebbe solo perseguire e condannare gli eventuali responsabili.

Per questo vogliamo tranquillizzare i politicanti di mestiere; noi del Forum Salute Ambiente non abbiamo nessuna intenzione di arrenderci e di lasciarvi campo libero fino a quando le istanze popolari di cambiamento non saranno accolte.

Le istanze di cambiamento per noi sono spendere immediatamente i 100.000€ per il monitoraggio ambientale che vogliamo ricordare al Sindaco Cascella non sono soldi di proprietà della sua maggioranza ma della collettività, introdurre la tariffazione puntuale per far risparmiare i cittadini, chiudere il ciclo dei rifiuti senza incenerimento o conferimento in discarica.

Lo faremo questa volta con la forza e  il coinvolgimento della musica, con un evento di respiro nazionale (live-djset O’ Zulu’+ Polina  venerdì 15 dicembre), con la proiezione delle immagini del III incontro internazionale contro l’incenerimento dei rifiuti che si è tenuto in Messico.

Lo facciamo ancora una volta tra la gente e in una piazza (l’evento si terrà in piazza sfida nei pressi del Cappero alle ore 20) per ribadire che le nostre vite, la nostra salute e quella dei nostri figli valgono  più dei loro profitti e di chi crede di barattare le nostre esistenze in cambio di voti.”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here