Monitoraggio ambientale a Barletta, martedì la firma del Protocollo con la clausola proposta dalla Provincia

Martedì 1 dicembre: questa la data stabilita per la firma del Protocollo d’Intesa sul monitoraggio ambientale nel territorio di Barletta, integrato dalla clausola proposta dal Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani, Francesco Spina, a garanzia dei procedimenti amministrativi e giudiziari pendenti e aperti a livello provinciale.

«Ringrazio l’Assessore regionale all’Ambiente Domenico Santorsola per aver accolto la mia proposta di inserire la clausola che, oltre a tutelare l’ente provinciale, scongiurerà eventuali conseguenze sui procedimenti amministrativi e giudiziari in corso, che potrebbero avere ricadute sulle istituzioni provinciali e sui cittadini del nostro territorio» ha commentato il Presidente della Provincia Francesco Spina.

La clausola che integrerà il protocollo, con carattere esplicativo e non modificativo dei contenuti e degli obiettivi dello stesso, sarà: “Si precisa che i procedimenti amministrativi e giudiziari pendenti e aperti a livello provinciale non sono annullati o sospesi dal presente Protocollo d’Intesa, e, pertanto, rimangono immediatamente esecutivi i provvedimenti di miso e bonifica ambientale posti in essere nel territorio comunale di Barletta”.
Il Protocollo d’Intesa coinvolge, oltre a Regione Puglia e Provincia di Barletta – Andria – Trani, il Comune di Barletta, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) Puglia, l’Azienda Sanitaria Locale (Asl) ed il CNR-IRSA.

«Come avevo annunciato nei giorni scorsi, ora che gli organi regionali competenti hanno recepito la nostra istanza firmerò, a nome della Provincia, un Protocollo d’Intesa che dimostra ancora una volta la coesione delle istituzioni di questo territorio nell’esclusivo interesse della tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini» ha concluso il Presidente Spina.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here