Hanno seguito lezioni frontali dedicate all’educazione alla legalità e alla cittadinanza, ma anche al codice della strada e hanno studiato la geografia e la storia di Barletta.

Poi sono passati dalla teoria alla pratica, con uno stage formativo, nel corso del quale, se pure in veste di osservatori, hanno testato sul campo, insieme alla polizia municipale, gli interventi degli agenti, necessari per risolvere problemi e criticità legati alla inosservanza delle regole.

Si tratta dei “mini vigili”, alunni di scuola media, la “Baldacchini – Manzoni”, che hanno seguito il corso, questo è il dodicesimo, che da anni viene promosso dal comando di Polizia locale con l’Amministrazione comunale e organizzato con la collaborazione della scuola e del dirigente scolastico Donato Musci, e tenuto dal maresciallo maggiore Domenico Degano.

Una delegazione di questi “apprendisti vigili”, tutte ragazze, stamani ha incontrato il sindaco Cosimo Cannito. Il primo cittadino ha sottolineato l’importanza di questo tipo di formazione e di impegno, sul piano della socialità e soprattutto sul piano civico, invitando le giovanissime alunne a portare con sé il ricordo di questa esperienza e a praticarla quotidianamente nella propria condotta di cittadine.

“Siate da esempio per i vostri coetanei e anche per quelli più grandi di voi – ha detto loro Cannito – e fate tesoro di quanto appreso in questi mesi. Sono certo che, qualsiasi cosa voi farete nella vita e qualunque direzione prenda il vostro futuro, avrete una marcia in più e porterete nel cuore questa esperienza”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here