Metti una sera d’estate dalle parti di San Giacomo… il 24 luglio per un appuntamento con la storia

Come si fa a raccontare in forma di spettacolo proprio quell’orologio pubblico che appartiene alla vita della città? Ed i mille piccoli o grandi segreti della sua storia di oltre centoventi anni?

Lunedì 24 luglio alle 20, nella piazzetta conosciuta con il suo nome, lui, l’orologio di San Giacomo, sarà il monumentale protagonista di una speciale serata-evento inserita nelle manifestazioni culturali dell’Estate Barlettana 2017  fra luci, musica, danza, video, testimonianze, curiosità e aneddoti. Tutto in presa diretta.

Metti una sera d’estate dalle parti di San Giacomo, dunque, per una notte sotto le stelle. L’appuntamento è proposto da New System, in collaborazione con la Prepositura curata di San Giacomo Maggiore, il Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia, l’Archeoclub d’Italia Onlus sede di Canne della Battaglia-Barletta, l’Archivio di Stato sede di Barletta, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Spazio Danza. Media partner “Barletta siamo noi”.

L’evento così concepito intende contribuire a valorizzare la comunità cittadina del quartiere di San Giacomo (il cosiddetto “borgo dei Cannesi”), tradizionalmente riconoscibile come entità sociale ben radicata nella maglia urbanistica del territorio di Barletta per la presenza dell’omonima Chiesa (sec. XI-XVIII) e dell’attuale Orologio, eretto dal Municipio “per pubblica utilità” nel 1895 ed oggetto nelle ultime settimane di adeguati interventi manutentivi da parte dei competenti uffici comunali.

La data prescelta del 24 luglio anticipa e richiama la successiva ricorrenza liturgica di San Giacomo Apostolo del 25 luglio, e dunque quale preludio alle celebrazioni religiose, inserendosi a pieno titolo nel calendario degli appuntamenti devozionali a sfondo sociale, attraverso un essenziale ma ben articolato programma fra reading, improvvisazioni musicali, proiezioni ed azioni coreografiche miscelate in uno scorrevole copione scorrevole di sicuro gradimento per il Pubblico.

Gli effetti di scena, dato il contesto urbano, saranno caretteristici: illuminazione (a colori con idonee luci colorate a led)  dell’Orologio di San Giacomo alla sommità nella parte retrostante, ovvero dalla piazzetta dove si svolgerà l’evento stesso e la platea (illuminata come meglio suggerirà la sezione tecnica) ricavata dalle strade di accesso (Via Mulini, Via San Lazzaro, Via Lacerenza) chiuse temporaneamente al traffico durante la serata; colonna sonora che, didascalicamente, accompagnerà i vari momenti della serata sul tema IL TEMPO COME RITMO DELLA VITA UMANA con brani scelti eseguiti dal vivo; intro musicale a tema con commento sonoro dell’immagine proiettata sulla parete bianca dell’Orologio a fungere da schermo; talk show multimediale con proiezione di foto e video.

Conduttore della serata sarà Nino Vinella, giornalista ed autore del libro “L’ingranaggio del Tempo. Storia (mai raccontata) dell’Orologio di San Giacomo nel centenario 1895-1995”, mentre le improvvisazioni musicali e gli speciali arrangiamenti sono affidati al maestro Gino Musti. Ospiti d’onore: Don Sabino Lattanzio (Prepositura curata San Giacomo Maggiore), Ing. Francesco Carpagnano (Consigliere Ordine Ingegneri BAT), Michele Grimaldi (Archivio di Stato sede di Barletta).    

E’ inoltre prevista la proiezione del video “Il tempo oltre la danza” curato dal fotografo Vito Rizzi con l’intervento di Angela e Maria Antonietta Dimiccoli (SPAZIO DANZA).

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here