Si è tenuto ieri lunedì 6 maggio al Metropolitan Museum of Art di New York, il Met Gala 2019 che inaugura la consueta sfilata di moda vip in tema “Mostra”.

Tutti i Vip di diverse categorie hanno partecipato sfilando travestiti in questa notte dove abbiamo avuto occasione di capire il vero significato dello stile Camp. Camp è un termine coniato nel 1964 da Susan Sontag nel saggio Notes on Camp, spiegando che l’essere Camp è al cento per cento saper interpretare la stravaganza, la teatralità, l’artificio e l’esagerazione in tutte le sue forme.

Tra i look delle star più discussi in primis abbiamo visto Jared Leto con una tunica rossa stile ecclesiastica adornata da catene e con in mano la sua “testa”. Look decisamente stravagante al quale va assolutamente attribuito un bel 5 come voto.

A seguire un bel 5 anche per Joan Collins con il suo abito bianco deciamente stile struzzo, nulla di eccessivamente stravagante perché quest’abito si può vedere tranquillamente durante le serata di gran galà. Invece 10 va alla bella Naomi Campbell anche lei ha scelto una mise con piumaggio struzzo, total pink e parecchio eccentrica.

Ancora piume in passerella, Kendal e Kylie Jenner in arancio e lilla spiccano di stravaganza: voto 6. Serena Williams e il suo abito giallo con fiori rosa e mantellone a carico è stata veramente di gran risalto tra i vip; Voto 2.

Il cantante Billi Porter assolutamente faraonico con la sua mise color oro dalle grandi ali spalancate. Pauroso il suo outfit e per questo un bel voto 10 per la grande eccentricità che pare abbia colpito nel segno il vero obiettivo della serata. Stesso voto per le frange oro e il capo con piume di pavone di Celin Dion.

Un gran bel “piumone” disegnato per la rapper Cardi B12 dallo strascico mega galattico al quale va chiaramente assegnato un voto alto per la stravaganza: voto 8.

Che forza Katy Perry con il suo abito “lumier” nel vero senso della parola trasportando un lampadario di cristallo sul capo e sui fianchi. Imponente alla vista, molto Camp e quindi voto 10.

Voto 4 per Lady Gaga, troppo scomodo il suo abito da trasportare, paragonabile ad un enorme lenzuolo color azalea che potrebbe rivestire almeno cinque letti matrimoniali. Si apprezza la forza fisica e il mastodontico abito ma non è stata tanto camp.

Inquietante e al contempo significativa la scelta di Ezra Miller che si è basata più sul  make up coadiuvato da  una maschera al quale va attribuito 7 come voto.

Bella e luminosa Guen Stefany, eccentrica anche lei ma chi non sfilerebbe così se ne avesse l’occasione come questa che regala l’evento annuale di Met Gala? Voto 8 e non 10 perché è stata più bella che Camp. Lo stesso vale per Bella Hadid e Jennifer Lopez.

Hamison Bowles ha compreso alla perfezione cosa significhi essere Camp: voto 10. Anche per la scelta di Gigi Hadid, Cara delle Vigne tutta colorata e “caramellata” e per la bellissima Emily Ratajkowski dalla mise stile shannara cronicles.

Scelte importati sono state fatte per il Met Gala di questo 2019, ci riferiamo ovviamente ai look. Per certo possiamo dire che Jared Leto ha fatto discutere in quanto è stato piuttosto inquietate con quella testa, Katy Perry è stata luminosa e Lady Gaga ingombrante. Per il resto possiamo affermare di averne visto veramente delle belle.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaracciolo: “Il nostro obiettivo è lo sviluppo del territorio”
Articolo successivo
Francesca Soricaro
Francesca Soricaro nata a Manfredonia nel 1986. Ha conseguito la maturità in "ragioniere e perito commerciale" nell'anno 2005 e subito dopo è entrata nell'azienda di famiglia. Da sempre ha la passione per l'arte declinata in tutte le sue sfumature, per la tecnologia, il disegno artistico e digitale, musica e moda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here