Mercato del sabato, soluzione il 19 maggio

Un dialogo ormai aperto quello tra i commercianti, le associazioni di categoria e l’amministrazione, che assieme ai rappresentati dei vigili urbani nella persona del maresciallo Oronzo Dibitonto, individua un punto di partenza per la difficile situazione del mercato, soprattutto quello settimanale del sabato.Nel pomeriggio di lunedì 5 maggio si sono nuovamente riuniti per cercare di risolvere i problemi legati a questioni di ordine pubblico e tenendo presente le precedenti denunce di alcuni abitanti della zona per le conseguenze degli automarket sui marciapiedi.

La necessità, secondo la dirigente Santa Scommegna, resta quella di fare chiarezza sul da farsi e rendere più ordinata ed adeguata la sistemazione di mezzi e bancarelle sul suolo previsto.
Il trasferimento quindi non è più in discussione, il punto resta quello di cercare di risolvere i problemi nati soprattutto via Ariosto e via Benucci tramite una ridisegnazione degli spazi e un riordino che avverrebbe usando alcuni parcheggi che risultano inoccupati, individuati soprattutto in una traversa di via Fracanzano.
I trenta automarket, che risultano ad oggi, potrebbero, ad esempio, sistemarsi tutti assieme in quella zona cercando di organizzare meglio anche via Giovanni XXIII, che presenta anch’essa alcuni problemi.

Importante è tenere a mente che l’evoluzione e le necessità del commercio sono cambiate e che rispetto al passato le attività tendono a svilupparsi, richiedendo uno spazio adeguato e diverso da quello assegnato nel passato.
Sulla base di queste informazioni e presa visione di questi parcheggi attualmente liberi, il prossimo incontro previsto per lunedì 19 maggio andrà a chiarire e avanzare proposte circa una nuova assegnazione e una migliore organizzazione degli spazi.
Vedremo quindi quale sarà il nuovo e migliore futuro del mercato settimanale, che resta sempre una importante risorsa per cittadini e commercianti.

Invalid Displayed Gallery

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here