Mennea e l’Inquinamento della costa barlettana

“Quali atti si intendono adottare per dare soluzioni definitive al gravissimo problema dell’inquinamento della costa e del mare barlettani?”. E’ quanto chiede il consigliere regionale del Pd, Ruggiero Mennea, in una interrogazione urgente agli assessori alla Tutela delle acque e alla Qualità dell’ambiente, Giovanni Giannini e Lorenzo Nicastro. Agli assessori regionali Mennea chiede di evidenziare “quali provvedimenti siano stati adottati fino ad oggi sia per evitare questa situazione, sia per fronteggiare in maniera urgente tale emergenza e garantire da un lato l’incolumità della salute umana, e dall’altro evitare gravi danni ambientali legati all’annosa questione degli scarichi a mare”.

Per Mennea “lo stato delle acque antistanti la costa di Margherita di Savoia, Barletta,Trani e Bisceglie, e il divieto di balneazione ordinato dal sindaco di Barletta per un chilometro e mezzo di costa barlettana, sono elementi che ben chiariscono a che punto siamo arrivati”. “A pagare i ritardi degli Enti pubblici – rileva il consigliere – sono i cittadini e gli operatori turistici: i primi vedono a rischio la loro salute, i secondi anche la loro impresa. Bisogna effettuare controlli a tappeto sia per gli scarichi abusivi, sia per verificare il corretto funzionamento della fogna bianca e della fogna nera”. “Dopo una lunga battaglia su questo argomento – conclude – ora mi aspetto di avere soluzioni esaustive o, in caso contrario, di sapere quali sono le responsbilità. Dal mio canto, continuerò la battaglia fino a quando non avrò risposte risolutive”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here