Medimex, tre giorni al centro della musica con ospiti internazionali

Brian Eno, Natalie Imbruglia, Ludovico Einaudi, Hindi Zahra e Sud Sound System sono alcuni degli ospiti della giornata inaugurale della quinta edizione del Medimex, salone dell’innovazione musicale organizzato da Puglia Sounds. Da giovedì 29 a sabato 31 ottobre alla Fiera del Levante di Bari tre giorni al centro della musica con 20mila metri quadrati di spazio espositivo concepito come una vera e propria città della musica, con 100 espositori da tutto il mondo, oltre 200 ospiti provenienti da 27 Paesi e 150 eventi tra concerti, showcase, incontri d’autore, panel, case history, face to face(s) e presentazioni.

Giovedì 29 ottobre alle ore 11 l’inaugurazione vedrà la partecipazione di Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico e all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Ugo Patroni Griffi, Presidente della Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, Presidente della Camera di Commercio di Bari, Paolo Ponzio, vice Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, e Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds e del Medimex. Nella prima giornata – che aprirà al pubblico dalle 12 – gli “Incontri d’autore”, coordinati da Ernesto Assante e Gino Castaldo ospiteranno Sud Sound System (ore 10.30 – solo per gli studenti), la leggenda vivente del rock Brian Eno (ore 12), che parlerà della sua straordinaria carriera di musicista e produttore e della sua installazione di visual art, Light Paintings che il pubblico potrà visitare sino al 14 novembre al Teatro Margherita, e il pianista e compositore Ludovico Einaudi (ore 17.30).

La lunga giornata del Medimex ci concluderà con gli attesi live serali che – dalle 21.30 su tre palchi differenti (ingresso 10 euro – ridotto 7 euro) – ospiteranno Natalie Imbruglia, la popstar australiana tornata dopo otto anni di silenzio con le cover “maschili” dell’album Male, Hindi Zahra, la cantante francese di origine berbere che la critica ha ribattezzato “la Patti Smith del Deserto”, il cantautore calabrese Antonio Pascuzzo, il gruppo rivelazione JoyCut, il songwriter angolano Jack Nkanga, il Bari Jungle Brothers e La Scapigliatura, il raffinato duo amante della cultura bohèmien che con il disco omonimo ha appena vinto la Targa Tenco per la “migliore opera prima”.

Non mancherà la musica live anche nello spazio espositivo con gli showcase di KuTso, Ciauda, Federico Cimini, Raffaele Casarano, Gianluca De Rubertis e Radiodervish e degli artisti inclusi nel progetto “Pugliesi nel Mondo”. Medimex propone un articolato programma di panel con relatori italiani e stranieri, che porteranno una testimonianza diretta su numerosi temi legati al mondo e al mercato della musica nazionale e internazionale. Alle ore 15 è in programma “Autori del cambiamento”, a cura della SIAE con la partecipazione, tra gli altri, del presidente Filippo Sugar e del direttore Gaetano Blandini. Alle 15.30 “Il mondo in un remix” con Luca Agnelli, Nicola Conte e Congorock, tre artisti italiani che hanno portato il loro suono nei club e nei festival internazionali. Durante la giornata inaugurale saranno anche presentati alcuni case history europei. Henrik Rasmussen parlerà del Roskilde, il festival danese fondato nel 1971 che quest’anno ha ospitato, tra i tanti, il Kronos Quartet, Paul McCartney, Muse e Pharrell Williams. Alle ore 18 verranno proposti due casi nel panel promosso da Assomusica dal titolo “La musica dal vivo: risorse per le città”, con Chris Garrit, sindaco di Groningen, la città dell’Eurosonic, e con l’islandese Svanhildur Konráðsdóttir, direttore del Dipartimento di Cultura e Turismo di Reykjavík. I Face to face(s) riservati agli operatori ospiteranno Stacey Willhelm del South by Southwest, la più importante manifestazione di musica dal vivo al mondo, i direttori artistisci di altri festival internazionali e André Faleiros del Cirque du Soleil. Previsti anche diversi workshop, sul mercato della Germania (ore 17.30), sulla Cultura hip hop (dalle ore 12), con i ricercatori dell’Ircam di Parigi, il principale centro di ricerca acustica ed elettronica e punto di riferimento per la musica contemporanea (ore 15.30), con i responsabili di YouTube (ore 12 e ore 18) e “Creative Europe Desk Italia” sull’Europa Creativa (ore 15.30, hall 3). Previsto anche un aperitivo musicale, alle ore 19, nell’area ristorante, con il gastrofilosofo Don Pasta, al secolo Daniele De Michele.

Il salone espositivo ospiterà anche il Planetario, con le invenzioni sonore dei Deproducers e le conferenze dell’astrofisico Fabio Peri, e l’installazione audiovisiva e interattiva Cubled, un enorme cubo creato dal produttore musicale Giuseppe Acito. I riflettori sul mondo del jazz si accenderanno nell’area jazz alle ore 17 con l’inaugurazione della mostra Jazz Comics, esposizione di tavole sul mondo del jazz di celeri autori, da Crepax a Muñoz, da Stefano Casini ad Altan, prodotta da IMF Foundation in collaborazione con Fondazione Musica per Roma, e alle 17.30 con il panel promosso da I-jazz, “Il jazz italiano per L’Aquila ed oltre. Idee, progetti, nuovi spazi per il jazz”, momento di riflessione sul successo dell’iniziativa dello scorso 6 settembre per il sostegno alla ricostruzione de L’Aquila.

Alle 15 s’inaugurerà, alla presenza dell’assessore Loredana Capone e di Mario Citelli, scout e advisor per gli start up, lo spazio dedicato ai rapporti tra musica e creazione d’impresa “Music Up”, una vera e propria scuola che sperimenta direttamente sui giovani le connessioni tra musica, creatività e progettualità. Ci saranno occasioni anche per i più piccoli, perché il Medimex offre ai bambini e alle famiglie un’area giochi realizzata per promuovere e diffondere la cultura del riuso e della green education attraverso giochi a tema musicale. Uno spazio di educazione, di socializzazione e incontri in cui si potrà giocare con alcuni oggetti cult come vecchi vinili a 33 e 45 giri, audiocassette, CD e impianti hi-fi assemblati e rielaborati.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here