Me la sono andata a cercare : 60 copie donate alla Santissima Trinità

Me la sono andata a cercare

Una meravigliosa giornata di solidarietà, in grado di aggregare cultura, imprenditoria illuminata e sacerdoti di strada. È quanto successo giovedì 11 gennaio nella libreria Punto Einaudi di Barletta, in corso Giuseppe Garibaldi, 129. L’imprenditore Massimo Chiarazzo, fondatore di Nova Networks, start up innovativa vocata all’erogazione di servizi a banda ultra larga-wireless, in accordo con don Claudio Maino della parrocchia Santissima Trinità di Barletta, ha deciso di donare alla parrocchia 60 copie di ” Me la sono andata a cercare ”, quarto romanzo, il terzo scritto a due mani, dell’autore barlettano Tommy Dibari. A beneficiare dell’omaggio sono stati  Don Claudio e don Domenico, responsabile della Pastorale Giovanile.

“Noi ci auguriamo che gli imprenditori possano iniziare a investire in cultura, dando vita a gesti sociali capaci di restituire una luce nuova a un certo modo di comunicare – l’auspicio espresso da Chiarazzo – siamo stati felici di aver dato vita a questa giornata di riflessione e confronto”.

La scrittura creativa è assoluta protagonista in Me la sono andata a cercare (Cairo editore, pp. 142, 13 euro): apre le porte verso mondi abitati da un’umanità fragile, come il centro di salute mentale, il carcere e un ricovero per anziani, dove Tommy frequenta la sua personale scuola di vita. Tanti personaggi che combattono i propri demoni si alternano nel volume: da Pino, detto Pinuccia, a Peppe il bambino che vuole essere uno squalo, fino a Gino che parla della morte in cambio di una caramella al limone e ancora Michele, Pierluigi, Domenico, Carmine e Matteo. Volti e voci che Dibari non dimenticherà più e dalle quali sarà accompagnato per sempre. “ Me la sono andata a cercare è un romanzo e un dolcissimo alibi per invitare i ragazzi alla lettura presso la splendida biblioteca della Santissima Trinità – l’emozione dell’autore – spesso gli imprenditori investono tanto in pubblicità., ma si potrebbe fare altrettanto in ambito sociale e culturale, con lo stesso ritorno”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here