MCL: dal Seminario di Studi di Senigallia alcune riflessioni

Barletta News si è occupata di recente del Seminario di Studi tenuto a Senigallia dall’11 al 13settembre al quale ha partecipato una delegazione i giovani barlettani. Per chi ritenesse opportuno ecco i link di riferimento: https://www.barlettanews.it/m.c.l-movimento-cristiano-lavoratori-sede-anche-a-barletta.-intervista-a-nardo-binetti/ https://www.barlettanews.it/il-mcl-incontra-fra-michelangelo-lattanzio/

Alla tre giorni hanno dato rilievo i media ed importanti quotidiani nazionali, a partire da Rai Uno con l’intervista al Presidente Carlo Costalli all’interno del programma “ Uno mattina” a Vatican Insider che ha scritto a firma di Tornielli: “il lavoro non è più al centro delle politiche economiche. Anche il recente dibattito sulle riforme lo conferma. Assistiamo da tempo al presentarsi di teorizzazioni e scelte che hanno relegato in secondo piano il problema dell’occupazione. Come cattolici che possono contare sul grande patrimonio della dottrina sociale della Chiesa non possiamo non riflettere su questo e impegnarci perché lo sviluppo sia fondato sul lavoro, ponendo anche adeguata attenzione al tema della rappresentanza ”, da “ Il Tempo” sulle cui pagine Costalli lancia l’appello ai cattolici “ perché essi possano assumere l’impegno che spetta loro: giocare fino in fondo questa partita”al quotidiano “ Conquista del Lavoro” sul quale si intervista il Segretario Nazionale CISL Raffaele Bonanni, secondo cui, “ il Governo deve concentrare le proprie energie sul tema lavoro.”

Ma anche Barletta News, vi riporta la riflessione dell’Assistente Spirituale Nazionale di MCL, Mons. Francesco Rosso fatta pervenire a mezzo lettera a Fra Michelangelo Lattanzio ofm.capp., guida spirituale dei rappresentanti il Movimento con sede a Barletta.
Scrive Mons. Rosso: “ ho ritenuto, dopo il Congresso, di dover mettere a disposizione il mandato affidatomi dalla Conferenza Episcopale Italiana perché potesse continuare la storia con nuove forze e nuove energie. La mia non vuole essere una fuga perché porto nel cuore oltre quarant’anni di storia vissuta insieme con voi. Rimane quindi la mia disponibilità nella discrezione che spero mi contraddistingue, di continuare ad affiancare il cammino associativo, oltre che con la preghiera, con altri e diversi impegni, se sarà necessario e potrà essere utile. Ho lavorato con voi attorno a diversi progetti in parte realizzati, in parte da realizzare. Una cosa è visibile: l’amore nei confronti della Chiesa, la presenza di 57 accompagnatori del Movimento, un movimento giovanile dinamico e inserito, che ha creduto e che spero continui a credere nella profezia e nelle proposte che saremo capaci di offrire loro. Questo mio passaggio era preparato già dopo il Congresso perché credo nell’”avvicendamento” delle persone per “rinfrescare” e ravvivare le scelte quotidiane ancorate al passato ma guardando al futuro costruendole con il coraggio di viverle sapendo intelligentemente leggere le necessità del quotidiano.” Mons. Rosso prosegue ” la mia lettera non significa un abbandono perché rimane in me comunque il desiderio di condividere il cammino che la storia del Movimento scrive ogni giorno. La mia decisione è nata comunque nella preghiera attenta all’ascolto di Dio, è quello che consiglio anche a te di dare sempre spazio alla preghiera personale e associativa. “Se Dio non avrà il primo posto, per lasciarlo al nostro io, devo purtroppo annunciarti il fallimento degli ideali per i quali insieme abbiamo lavorato e per i quali spero si possa continuare a lavorare”. Ringrazio tutti, soprattutto gli assistenti, che hanno condiviso con me l’accompagnamento pastorale.

Un ringraziamento particolare al Presidente e alla Presidenza e a tutti i collaboratori perché nel “mio movimento” possa continuare lo spirito di comunione cristiana e di “vero amore vicendevole”. Un caro abbraccio che non è un addio ma è solo un saluto più affettuoso.
Anche i giovani che da Barletta hanno partecipato al Seminario di Studi, ci faranno giungere le loro opinioni e considerazioni che nei prossimi giorni pubblicheremo insieme ad una fotogallery dell’evento.

A cura di Emanuele Mascolo

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here