Isidoro Nugnes e Mario Muccitto in un coinvolgente viaggio nel Tango

Mario Muccitto

«Una musica che si respira, che ha forma di fianchi e profumo di donna»: è il tango nei versi del poeta Fernán Silva Valdés. Una danza di passione, espressa dai movimenti, che nel tempo ha abbandonato i sobborghi e bassifondi dove era nata«a dieci centesimi il giro compresa la dama», scriveva Jorge Luis Borges, che però mantiene fieramente l’essenza della sua anima intrinsecamente sensuale. D’altra parte,  come ribadisce Carlos Gavito,  “il tango è saper camminare abbracciati”. Ed è in questo spirito carico di ritmo e sensualità che si incastona perfettamente il concerto del Duo Isidoro Nugnes e Mario Muccitto (chitarra e fisarmonica/bandoneon) che si terrà domenica, 7 ottobre, con porta alle ore 18,00 e inizio alle ore 18,30 , organizzato dalla Associazione Cultura e Musica “G. Curci” nell’ambito della 34.ma Edizione dell’Autunno Musicale, con il sostegno del  Mibac,  il Comune di Barletta nell’ambito  della Rete RESONANCE – Avviso Triennale di Spettacolo dal Vivo della Regione Puglia , presso la Chiesa di Sant’Antonio a Barletta.

Certamente un raffinato omaggio al grande Astor Piazzolla e non solo, che, attraverso il coinvolgente suono di questi  strumenti  e le composizioni di tanti grandi compositori che si sono occupati del tango, come Mores, Laurenz, Gardel,  Galliano e altri ancora, racconterà gli odori, i colori e i sapori della terra argentina. Il Duo Nugnes -Muccitto, nasce come formazione dedita all’esecuzione di tanghi noti e meno noti di autori diversi da Gardel  a  Piazzolla, da Mores a Galliano e tanti altri ancora,   formato da musicisti diplomati con il massimo dei voti, concertisti con una  intensa attività sia come solisti che in formazioni di musica d’insieme, ha al suo attivo una notevole attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi nelle più importanti Stagioni Concertistiche e nei più grandi Teatri in  Italia.

Nato come  laboratorio di ricerca sul Tango Argentino, il Duo  si avvale della collaborazione di numerosi altri strumentisti in spettacoli sempre diversi e coinvolgenti in una continua ricerca interpretativa.

Obiettivo è infatti quello di eseguire il Tango in tutti  gli organici possibili, utilizzando partiture originali di Piazzolla, aggiungendo proprie trascrizioni ed elaborazioni che prevedano timbriche nuove, cimentandosi in progetti che lo vede realizzare un tipo di esecuzione il più possibile nello stile del tango.

E nel programma che ci offrirà  si passerà dal tango più sensuale alla milonga struggente lenta e stanca,  con una tipica  malinconia argentina impregnata di raffinatezze tipiche dello stile francese, per poi giungere all’improvviso nella dimensione del tango aggressivo e veloce fatto di accenti spigolosi ed estrema tensione, catapultando l’ascoltatore da una dimensione di sogno alla sua reale condizione di uomo del proprio tempo  influenzato dai ritmi e dalla frenesia del nostro secolo.

Info: Associazione Cultura e Musica “G. Curci” tel. 380 3454431, info@culturaemusica.it ; www.culturaemusica.it; www.facebook.com/asscurci; @asscurci

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here