Luis Enriquez Bacalov, Premio Oscar al Teatro Curci di Barletta

Con il suo “The Baires concert” la vita si trasforma in musica

1621807_671249429583716_1347156423_n

Approda al teatro “Curci” di Barletta Luis Bacalov, pianista, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra e Premio Oscar italiano di origini argentine. Il concerto, intitolato “The Baires Concert” è un monologo al pianoforte composto da artisti come Morricone, Piazzolla e Bacalov stesso e che rappresenta l’unione di culture musicali differenti che sono state sperimentate, studiate e amate dal noto musicista durante la sua vita in giro per il mondo. Una sorta di “Flashback musicale” in cui il compositore racconta sé stesso.

E così si intrecciano culture e generi differenti, senza esclusione di colpi dati a suon di musica, mescolando l'”alto” e il “basso”. Il genere predominante sarà, comunque, quello del tango che ha caratterizzato soprattutto la sua infanzia. Il compositore spiega il significato del titolo che ha scelto: “Un nome proprio argentino,
Baires, e una parola italiana comune, concerto, è stato scelto per un duplice motivo: ricordare la grande influenza degli italiani nella storia e nella realtà culturale del mio Paese e non dimenticare che io sono vissuto in Italia per cinquant’anni.”. Ancora una volta la stagione teatrale barlettana si arricchisce di una vera e propria stella del firmamento musicale.

Dopo aver iniziato lo studio del pianoforte in Argentina all’età di cinque anni, completa gli studi a Buenos Aires. Dopo svariati concerti in Sud America e in Europa, nel 1959 di trasferisce in Italia, dove conquista immediatamente fama come brillante arrangiatore. Arrivato a Roma decide di trasferirvisi e lì vive tuttora. Nel 1996 si aggiudica il Premio Oscar per le musiche del film “Il postino”. Durante la sua carriera, Luis Bacalov ha collaborato con molti registi, tra i quali Pier Paolo Pasolini, Damiano Damiani, Ettore Scola, Fernando Di Leo, Franco Giraldi. Parte del tema della colonna sonora scitta da Bacalov per “Il grande duello” è stato utilizzato da Quentin Tarantino nel film “Kill Bill”. Nello stesso film vi sono musiche di Ennio Morricone, con il quale ha collaborato. Nel 1998 aiutò Fabrizio de André a cantare una delle sue canzoni in lingua spagnola. Notevole è stata la sua carriera discografica e concertistica. E ancora oggi non smette di stupire ed emozionare il suo pubblico.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteTerza pillola su legalità e trasparenza
Articolo successivoPresentazione Piano Regionale delle Coste
Barbara Rita Corvasce
Barbara Corvasce è nata nel 1992. Ha conseguito la maturità socio-psico-pedagogica presso l'IISS "Scipione Staffa" nel 2010 con il massimo dei voti. Attualmente è laureanda in Cultura letteraria dell'età moderna e contemporanea; da Febbraio 2014 collabora come redattrice di cultura e attualità presso la testata telematica Barletta News e ha conseguito il titolo di Giornalista Pubblicista nel Giugno 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here