Il bullismo è ormai una piaga di questa società da sempre, nelle scuole, tra gli adolescenti, tra i bambini e, con le nuove tecnologie, invade persino il web con prove di video e foto di atti osceni.

Il bullismo sembra essere un problema un tantino passato in sordina a tal punto che questa volta la “vittima” di questo comportamento malsano è stato un docente, un insegnante di storia e italiano di 64 anni.

E’ successo a Lucca tra i banchi di un istituto tecnico commerciale “Carrara” dove un alunno ha aggredito e intimato il proprio docente affinché si inginocchiasse al fine di votarlo con la sufficienza. L’atteggiamento di bullismo è stato ripreso da un cellulare e il video è diventato virale.

Questo è quello che è accaduto ieri e invece oggi, sempre nella stessa classe e sempre con lo stesso docente, gli alunni all’unanimità tra risate e riprese, testimoniano tramite un altro video la nuova aggressione avvenuta con minacce, bestemmie, testate con il casco e possessione di cattedra.

Al momento la denuncia è in atto, la procura indaga sul perché gli alunni abbiano preso di mira il docente, la Polizia Postale e la Digos hanno proceduto d’ufficio, il preside della scuola ha esposto ieri la denuncia e venerdì durante il consiglio di classe si decideranno le sanzioni disciplinari a carico dei ragazzi.

<<Qualcuno perderà sicuramente l’anno ma non tutti perché la scuola deve rappresentare un’occasione di crescita e di recupero – ha affermato il preside dell’istituto Cesare Lazzari – Ovviamente ci saranno delle punizioni ma non deve essere fatta di tutta un’erba un fascio.

Con le famiglie abbiamo valutato di lasciare a casa i ragazzi per qualche giorno e bisognerà valutare la posizione dei singoli. Con il professore ci ho parlato e ci riparlerò, era sconvolto – ha spiegato il preside– Ci sono diverse cose da chiarire compreso il contesto.

Quella classe già in passato aveva dato qualche problema ma di rilevanza assai inferiore rispetto ad ora. Con quei ragazzi stavamo lavorando per far si che continuassero un percorso scolastico, stavamo tentando di convincerli a cercare un nuovo orientamento ma, con il loro gesto, sembra quasi abbiano cercato di farsi buttare fuori>> ha affermato il preside.

Questo di Lucca è l’ultimo di caso di violenza e minacce all’interno della scuola e purtroppo non si tratta di una vicenda isolata.

Di seguito la video testimonianza che gira in rete

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here