Legge elettorale, primarie e coalizioni, Pastore: “Il Psi non ha ancora deciso”

La smentita del consigliere regionale del Psi del sostegno accordato a Emiliano.

La politica, a volte, è peggio del calcio mercato. Soprattutto nei fine settimana d’estate. Così può capitare che, nello stesso giorno, su due testate giornalistiche diverse, appaiano pubblicate, notizie che riguardino il medesimo soggetto/individuo/partito politico e che raccontino due storie, due decisioni, due realtà differenti.

Stamani apro i giornali e sulle edizioni regionali di due quotidiani nazionali, leggo da una parte che con Introna, molto probabilmente, noi del Psi candidati ed eletti in Sel alle elezioni regionali del 2010, presenteremo una nostra lista alle primarie di novembre, legge elettorale permettendo; sull’altro quotidiano, è scritto addirittura che avrei deciso, insieme ad altri colleghi consiglieri, di sostenere Emiliano alle primarie e che tale determinazione, domani, dovrebbe essere annunciata “durante un incontro pubblico guidato appunto da Emiliano e da Mattarelli”.

Peccato che io di questo incontro non sappia nulla, che decisioni né io né il mio partito, il Partito socialista, non ne abbiamo ancora prese, e mi riferisco a Stefano ed Emiliano (chiedano pure a loro i giornalisti, visto che non lo chiedono direttamente a noi prima di scrivere).
Magari la fonte della notizia è stato l’onorevole Mattarelli. Personalmente non lo sento da quando è stato eletto in parlamento.
Per chiarezza, correttezza politica e trasparenza, è d’uopo precisare che il Partito Socialista sta compiendo al suo interno le valutazioni necessarie per decidere, in base esclusivamente ai programmi dei candidati Dario Stefano e Michele Emiliano, quale scelta compiere.

Per quanto riguarda, invece, la mia descrizione negli articoli citati, mi preme sottolineare di non essere mai stato indipendente. Il gruppo in regione è quello Misto – Psi, sono stato eletto nell’ambito di una unica lista composta da Sel e Psi, formatasi in virtù di un accordo elettorale fra le due forze politiche. Posso aggiungere che a Dario Stefano mi lega uno scorcio di consiliatura regionale, che ricordo come un periodo di proficua collaborazione e impegno. A Emiliano mi lega un rapporto di amicizia di lunga data.
Ma noi Socialisti siamo all’antica, non facciamo fughe in avanti e non le facciano, per noi, coloro i quali, probabilmente, hanno preso decisioni personali, personalissime, che non ci riguardano.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here