Lega Navale di Barletta protagonista sulle acque del lago di Comabbio

lega navale

Ancora un fine settimana ricco di soddisfazioni per la Lega Navale di Barletta che impegnata sulle acque del lago di Comabbio (VA) ai Campionati Italiani Ragazzi, Under 23 e Esordienti, ha visto i suoi canottieri battersi in quello che è da considerare l’appuntamento nazionale clou della stagione agonistica. Le giovani canottiere barlettane Matilde Rainis e Anita Gnassi dopo aver superato agevolmente la fase eliminatoria vincendo la batteria di qualificazione sono approdate alla finale. In finale, le ragazze allenate da Cosimo Cascella, hanno conquistato un preziosissimo argento nella specialità del doppio ragazze al termine di una agguerrita regata nella quale hanno dovuto cedere il gradino più alto del podio all’equipaggio della canottieri Moltrasio.

Matilde Rainis già campionessa Italiana lo scorso anno nel quattro di coppia, nel 2018 si sta cimentando sia in doppio che in quattro di coppia con ottimi risultati in entrambe le specialità, tanto da essere stata convocata nel quattro di coppia della squadra nazionale che a fine mese disputerà la prestigiosa Coupe de la Jeunesse che si terrà a Cork in Irlanda. Ottime le prove anche di Mariachiara Tarantino e di Gianluca Palmitessa che gareggiando in quattro di coppia con i colori della Pro Monopoli e della Canottieri D’Aloja, hanno conquistato il quinto e settimo posto nella finale delle rispettive categorie Ragazzi e Under 23. Merita di essere segnalata la prestazione di Anthony Sguera che con i colori del College Remiero di Pavia si è fermato alle soglie dell’accesso in finale nella categoria del singolo Under 23.

“L’attività sportiva della Lega Navale – si legge nella nota del Direttivo della Sezione di Barletta – prosegue a pieno ritmo e nei periodi estivi raggiunge il suo picco massimo con i corsi di avviamento al canottaggio per giovani e adulti nei mesi di giugno e luglio. Purtroppo – commenta il consigliere alla attività sportive del sodalizio Roberto Rizzi – la carenza di spazi a disposizione non ci consente di incrementare le nostre attività che potrebbero crescere ulteriormente a vantaggio dell’intera comunità cittadina con ricadute pratiche positive sul sano sviluppo delle giovani generazioni”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here