Le riflessioni del consigliere Antonello Damato sull’anno appena concluso: “Un po’ meno io e un po’ più noi”

Tirare le somme di un anno di lavoro è sempre un momento importante perché serve a rendere evidente quanto e come si “è fatto”.

E’ stato sicuramente un anno difficile. La crisi economica e i tagli agli enti locali hanno reso più ardua l’azione dell’Amministrazione. Non è stato agevole mantenere gli impegni presi ma, pur se con i sacrifici dettati dal vincolo economico-finanziario della legge, sono stati percorsi gli interessi generali (e non le attrattive di bottega) intervenendo, il Sindaco Cascella a dirimere le sterili e pretestuose “contrapposizioni” che avrebbero, di fatto, potuto separarci dalla società, dai suoi fermenti e dalle sue necessità, lasciando spazio alla politica quale “arte di conquista del potere” e non, come invece è, “arte di saperlo usare”.

Centro Democratico ricorda che la candidatura a Sindaco di Pasquale Cascella non nacque per desiderio divino o sulla base di un progetto personale, ma per volontà collettiva. Nacque per “costruire insieme”, per essere promotori di un progetto di trasformazione. Le “cose” non si fanno perché qualcuno si aspetta che tu le faccia, ma per senso di responsabilità e di dovere verso i cittadini e verso se stessi. E senza la prevendita di illusioni facili ma mediante la visione, possiamo dire, accurata dei problemi da affrontare con coraggio, concretezza, impegno e confronto. Mai con indifferenza. E nemmeno con gratuita ostilità.

Per questo Centro Democratico ritiene che i risultati positivi raggiunti, ad oggi, dall’Amministrazione Cascella (acquisizione del patrimonio, abbattimento dei tralicci, interramento degli elettrodotti, demolizione dei serbatoi Eni, l’impegno solidale, la tutela della Casa di Riposo Regina Margherita), l’approvazione del progetto di bilancio di previsione 2015 – 2016 – 2017, che ha innestato, anche qui, una inversione di tendenza, anticipando l’anno di competenza, con l’evidente auspicio che lo stesso possa essere approvato in tempi brevi dal Consiglio Comunale e come rifletteva un illustre giornalista “senza che la neve diventi ghiaccio”, nonché gli esiti sorprendenti della raccolta porta a porta,  lungi dalla personale e legittima gratificazione, anche se talvolta con scelte politiche di rigore, danno il senso compiuto della funzione di Governo che è stata ed  quella di dare ampio spazio alle reali esigenze della Città e al suo quotidiano.

Per finire gli auguri. Un augurio speciale Centro Democratico lo rivolge alle persone anziane. A quanti, come il nostro Presidente Napolitano, hanno costruito nei momenti difficili la storia del nostro Paese. A costoro va la nostra gratitudine. A Pasquale Cascella e alle forze politiche tutte l’augurio di un’azione collettiva matura e responsabile che sia… “un po’ meno io e un po’ più noi” (J.F.K.).  Ai cittadini, alle associazioni, ai volontari, agli operatori economici e a quanti sono nelle scuole un invito alla speranza.

Antonello Damato – Consigliere Comunale

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here