Le addizioni danno ragione al Consigliere Losappio

Ultimo strascico della tornata elettorale dello scorso anno, l’annosa questione del seggio di consigliere comunale attualmente occupato da Giuseppe Losappio e conteso tra lo stesso Losappio e i candidati Pino Rizzi e Riccardo Memeo, si è finalmente risolta.

La questione sulla legittimità del risultato elettorale si è conclusa con la sentenza in forma semplificata del Consiglio di Stato (raggiungibile al seguente link) che ha ribaltato quanto stabilito nel precedente grado di giudizio, stigmatizzando, a quanto ci riferisce il legale del consigliere Losappio, avv. Nicola Di Modugno, l’operato del TAR di Bari che portò al dispositivo del 16 maggio scorso, in cui veniva totalmente modificato il risultato elettorale.

L’appello è stato quindi celermente accolto dal Consiglio di Stato, confermando quanto deciso all’indomani delle elezioni e stabilendo in maniera ormai inequivocabile che Giuseppe Losappio è stato legittimamente eletto al ruolo di consigliere comunale.

“Questa sentenza è la dimostrazione della grande efficienza della giustizia amministrativa” ha affermato l’avvocato Di Modugno, che ha inoltre assicurato il proprio impegno nel notificare quanto prima all’Amministrazione Comunale il contenuto di questo ultimo dispositivo.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Axia volley ospite dell’Academy Camp
Articolo successivoE’ prossima “Una notte in biblioteca” per i più piccoli
Vittorio
Vittorio Grimaldi è nato il 17 agosto 1991. Diplomato presso il Liceo Classico "A. Casardi" di Barletta, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Appassionato ed esperto di folklore e mitologia, gestisce dal 2013 il canale youtube a tale materia dedicato "Mitologicamente". Giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, dal 2014 è stato cronista politico della testata online Barletta News fino a dicembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here