L’avvocato Di Paola ricorda Franco Di Cosola

Una nota sensibile che ricorda Franco Di Cosola è del penalista avv.to Carmine Di Paola che in questa nefasta occasione ricorda in maniera leale l’uomo sportivo e imprenditore come pochi hanno fatto in questi giorni.

E’ evidente quanta amicizia e fiducia reciproca suggellasse il rapporto tra Di Cosola e Di Paola che, crediamo interpretare, senta l’esigenza di diffondere il più antico dei sentimenti che unisce gli uomini d’onore: l’amicizia.

Con la scomparsa di Franco Dicosola Barletta ha perduto un protagonista di eccellenza della sua storia recente, uomo simbolo di una imprenditoria acuta, vivace, abile, intraprendente, radicata nel suo tempo ma capace di capire il futuro e di interpretarne i segni rinnovatori. Nato altrove, era diventato barlettano verace, con tutti i difetti ed i grandissimi pregi tipici di un cittadino “diverso” nella realtà multiforme del Nord – barese.

Duttile e poliedrico, si è costruito le sue fortune utilizzando soprattutto le sue grandi risorse, che gli sono valse anche nelle parentesi brevi del declino e delle impreviste gravi difficoltà. Mai domo, mai rassegnato, sempre propositivo, costantemente proiettato a quel che ancora c’era da fare piuttosto che acquietato ai risultati già raggiunti.
Franco non sarebbe mai andato in pensione. Doveva rimanere un operatore sino all’ultimo giorno – perché quella era la sua natura, senza possibilità di cambiamento – e tale è rimasto.

Erede – per ragioni familiari e per assimilazione dalla terra che lo aveva ospitato – di una cultura e di un’etica essenziale, sostanziata da valori non destinati a tramontare mai (la famiglia, l’onore, il rispetto, la dedizione al lavoro, le passioni travolgenti), è stato nel corso della sua esistenza uomo corretto, di parola, incapace di tradimento o di passi indietro.

Il cuore della sua Città continuerà a volergli bene ed a stimarlo, ricordandolo quale grande Presidente della Squadra di calcio che aveva concretizzato il sogno della serie B; grande imprenditore industriale che aveva dato lustro più degli altri colleghi ad un settore portante dell’economia locale come quello calzaturiero; grande ed insostituibile amico, che all’amicizia sapeva riservare la parte migliore di sé.
Grazie Franco, per quel che sei stato ed hai fatto. Ma questo, lo sai, è soltanto un arrivederci.

Carmine Di Paola

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here