L’artigianato nelle sue diverse forme di espressione al Gos in Fashion e in Christmas

Il cielo plumbeo di domenica si è tinto di diversi colori grazie ai lavori realizzati dagli artigiani pervenuti al Gos di Barletta, l’hub provinciale di Viale Marconi 46 a Barletta, alla cui entrata è stato collocato un singolare albero di Natale a forma di abito ottocentesco con tanto di nastrino e bottoni.
Sono stati davvero tanti gli artigiani che hanno esposto al Mercatino di Natale i loro originalissimi e graziosissimi manufatti. Desirè Davanzo ha esposto le sue luminose e allegre sfere di Natale da appendere all’albero, decorate con strass policromi. L’originalissima artista di “Bibidimorbidecreazioni” realizza bigiotteria artigianale in gomma crepla con decorazioni in strass ed applicazioni con tecniche miste. Nei pacchetti da mettere sotto l’albero c’erano anche le creazioni di Valeria Massari, artigiana dal gusto raffinato che realizza, con tecniche diverse e originali, oggettistica d’arredamento in vari materiali, con decorazioni in strass ed applicazioni. All’evento era presente anche Rosanna Di Leo, docente dei corsi “Rete modano”, ha presentato la tecnica con cui realizza le sue meraviglie. Artigiana dalle mani d’oro, realizza bijoux ed oggettistica in macramè, chiacchierino, uncinetto e lavorazioni a modano.
Eleganti e raffinate anche le collezioni di bigiotteria in pasta modellabile di “Sogni di donna” di Carmela Di Biase: bijoux, magnetini e oggettistica da regalo in pasta modellabile, ispirati a torte e dolcetti invitanti e coloratissimi. presente anche la pittrice barlettana Stefania Ormas che colleziona e vende accessori moda vintage molto originali, in particolare borse ed occhiali di tendenza. L’artista che ha realizzato diverse mostre ed esposizioni delle sue opere – oltre a realizzare dipinti su tela – ama cercare, collezionare e vendere accessori moda vintage originali, in particolare borse ed occhiali. La talentuosa Teresa Sciancalepore ha realizza ed esposto deliziosi manufatti dal sapore rustico, perfetti come idee regalo per Natale. Infine ci sono le “artigiane del reciclo” dello store Re-find che con materiali di recupero creano borse, gioielli, accessori e oggetti di design. Pezzi unici ed ecosostenibili, che prendono vita e si trasformano in oggetti unici. Ad esempio? Con le confezioni di caffè hanno realizzato borse, portafogli e quant’altro: roba da non crederci ma geniale allo stesso tempo!.

 In contemporanea al progetto “Gos in fashion”, si è tenuto il seminario didattico-laboratoriale “Il Moulage nell’abito elegante: tecniche di modellatura su manichino e drappeggio” a cui ha partecipato un ospite illustre del mondo della moda: Florisa Sciannamea, stilista free-lance che collabora con prestigiose aziende del settore ricoprendo incarichi di responsabilità in qualità di direttore creativo dell’ufficio stile, progettando collezioni glamour ed originali. Ha organizzato sfilate a Roma, Milano, Shanghay e naturalmente anche in Puglia. Svolge attualmente attività di formatore ed esperta del settore Moda in diversi stage e corsi di specializzazione. La prima parte dell’incontro si è svolta in auditorium, dove si è tenuta la conferenza stampa in cui ha descritto in maniera realistica e appassionante (rivolgendosi ai corsisti di Sartoria e Fashion Designer del Gos in Fashion e ai partecipanti del seminario) le difficoltà che s’incontrano in questo bellissimo ma dificile mondo, nozioni di storia del costume, appunti sugli stilisti contemporanei ma anche su quelli storici. La Sciannamea ha poi proiettato le diapositive delle sue sfilate monotematiche di abiti da sposa (come “la Fiaba”) e delle sue collezioni ispirate ad artisti come Gustav Klimt.

La seconda parte, ovvero quella pratica, si è svolta nel laboratorio di sartoria dove la Sciannamea ha illustrato attraverso il Moulagete (tecnica di realizazione del cartamodello operando direttamente su manichino, mediante manipolazione del tessuto, che viene letteralmente scolpito) regole precise e tecniche particolari che mutano a seconda del modello e dei materiali scelti, ottenendo come risultato finale abiti scenici e spettacolari. Dopo la lezione i presenti hanno provato a realizzare un abito pensato e creato al momento, con risultati abbastanza soddisfacenti.

Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno della Dott.ssa Giusy Farallo, docente dei corsi del Gos in Fashion nonchè organizzatrice di questo seminario.

Invalid Displayed Gallery

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here