La Rosito Barletta cade in trasferta: 72-70 il finale contro Bari

Barlettanews- Rosito

Sconfitta di misura per la Rosito Barletta al “PalaCus”

Un passo falso che non pregiudica nella maniera più assoluta il cammino della Rosito Barletta in questa poule promozione. I biancorossi, al termine di una partita tirata fino all’ultimo possesso, cedono di misura al Cus Bari per 72-70. Nessun dramma per gli uomini di coach Degni, che domenica ospiteranno fra le mura amiche del PalaMarchiselli l’Ap Monopoli, reduce da due sconfitte consecutive.

La cronaca
Dopo un avvio di gara col freno a mano tirato, i biancorossi riducono lo svantaggio nel secondo quarto e guadagnano la via degli spogliatoi sul 40-34. Il Cus al rientro sul parquet prova a scappare, ma la Cestistica non ci sta e mantiene quasi inalterato il passivo dei primi 20’ di gioco (60-58). Nell’ultimo periodo Degni e compagni tornano ad esprimersi al meglio: il 12-18 di parziale, però, non basta ad evitare la sconfitta. Ottime come sempre le prestazioni di Stephens (24 punti) e Smith (21 punti), seguiti da Amorese (14 punti).

Resta l’amarezza per i due punti persi, ma coach Degni cerca di guardare avanti: “Ho detto ai ragazzi che queste partite sono tutte finali. Non ci siamo espressi al meglio contro il Cus e, inevitabilmente, le 22 palle perse hanno fatto la differenza in negativo. Bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire, questa sconfitta non va ad intaccare i nostri equilibri. Lo svantaggio è minimo e nella gara di ritorno c’è la possibilità di capovolgere il risultato. Adesso cerchiamo di smaltire la delusione, domenica dobbiamo essere pronti per l’Ap Monopoli”.

Cus Bari-Rosito Barletta 72-70 (22-13; 18-21; 20-18; 12-18)

Cus Bari: Giuffrida 17, Longobardi 10, Cuomo 23, De Astis D. 8, Moscatelli 2, Stimolo 8, Martellotta 4, Ravelli, De Astis A., Ventura. Coach: Roberto Miriello

Rosito Barletta: Stephens 24, Smith 21, Rainis 3, Defazio 4, Amorese 14, Rizzi G. 4, Degni, Diblasio, Caruso, Prudente. Coach: Gino Degni

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here