La Provincia stanzia 720 mila euro per Borse di Studio e Lavoro

Nuove iniziative anti-crisi nell’ambito del progetto “Provincia Amica”

Il 17 dicembre scorso, l’Amministrazione Provinciale ha presentato al pubblico il progetto “Provincia Amica”, che vede l’utilizzo di somme di denaro accantonate per agevolare i cittadini del territorio in questo momento di crisi, soprattutto nell’ambito dello studio e del lavoro, e per incoraggiare la ripresa.
L’ultima delle iniziative approvate nell’ambito di questo progetto risale proprio a questa mattina con la pubblicazione dell’avviso pubblico relativo alle Borse Lavoro. Attraverso il bando la Provincia erogherà un finanziamento straordinario omnicomprensivo di 3.000 euro per tutte le imprese con sede operativa nel territorio provinciale, che ospitino soggetti in tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo per un periodo non inferiore a sei mesi. L’importo complessivo dell’intervento ammonta a 720 mila euro, divisi per le Tre le tipologie di azioni che verranno finanziate, ovvero:

  • 210 mila euro per le Borse di Studio Over 16, 70 borse lavoro dell’importo omnicomprensivo di 3.000 euro ciascuna. Il tirocinio viene realizzato in collaborazione con i Centri per l’Impiego della Provincia, sulla base di un progetto che prevede la presenza di un tutor aziendale e la definizione delle competenze da acquisire. Beneficiari dell’intervento saranno aziende, produttrici di beni e servizi, aventi sede di lavoro o unità produttive nella Provincia. I destinatari saranno giovani che non abbiano compiuto il 27° anno di età, abbiano assolto l’obbligo scolastico senza conseguire un diploma o una qualifica, siano residenti da almeno sei mesi antecedenti la data dell’avviso nel territorio della Provincia, siano iscritti alle anagrafi del Centro per l’Impiego e siano in possesso di una dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) di data non superiore a sei mesi antecedenti l’avviso.
  • Altri 210 mila euro per le Borse di Studio Over 45, 70 Borse lavoro dell’importo omnicomprensivo di 3.000 euro ciascuna. Il tirocinio viene realizzato in collaborazione con i Centri per l’Impiego della Provincia, sulla base di un progetto che prevede la presenza di un tutor aziendale e la definizione delle competenze da acquisire. Beneficiari dell’intervento saranno aziende, produttrici di beni e servizi, aventi sede di lavoro o unità produttive nella Provincia. I destinatari saranno adulti che abbiano compiuto, alla data di pubblicazione dell’avviso, il 45° anno di età, abbiano assolto l’obbligo scolastico senza conseguire un diploma o una qualifica, siano residenti da almeno sei mesi antecedenti l’avviso nel territorio della Provincia, siano iscritti alle anagrafi del Centro per l’Impego e siano in possesso di una dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) di data non superiore a sei mesi antecedenti la data dell’avviso.
  • 300 mila euro per le Borse di Studio per Giovani, 100 borse lavoro dell’importo omnicomprensivo di 3.000 euro l’una. tirocinio viene realizzato in collaborazione con i Centri per l’Impiego della Provincia, sulla base di un progetto che prevede la presenza di un tutor aziendale e la definizione delle competenze da acquisire. Beneficiari dell’intervento saranno aziende, produttrici di beni e servizi, aventi sede di lavoro o unità produttive nella Provincia. I destinatari saranno giovani che abbiano conseguito un diploma di scuola superiore o il diploma di laurea da meno di dodici mesi, residenti da almeno sei mesi antecedenti la data dell’avviso nel territorio della Provincia, siano iscritti alle anagrafi del Centro per l’Impiego ed in possesso di una dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) di data non superiore a sei mesi antecedenti la data dell’avviso.

Per tutte e tre le tipologie di interventi, In caso di assunzione a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato di durata non inferiore a due anni durante l’effettuazione del tirocinio, il sostegno al reddito da erogare al lavoratore si trasforma in bonus a favore dell’impresa per la parte residua di mensilità spettanti, a partire dal momento dell’assunzione.
Ogni azienda potrà richiedere una o più borse lavoro. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata a mano, o tramite raccomandata o servizio di corriere espresso, entro e non oltre le ore 12.00 del 31 gennaio 2014, al seguente indirizzo: Provincia di Barletta Andria Trani – Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione – Viale De Gemmis, 42/44 76125 Trani (Bt).

I finanziamenti previsti saranno erogati a saldo, dopo la verifica delle attività effettuata a cura del tutor individuato dal Centro per l’Impiego, a semplice richiesta e previa acquisizione di Durc in corso di validità e della documentazione probatoria delle spese sostenute.
Con questa ennesima azione, l’Amministrazione Provinciale conferma il suo grande periodo di attività e la voglia di continuare su questa strada, come espresso molte volte dal presidente Francesco Ventola, per dimostrare come, a contrario di molti altri organi simili, la Provincia Barletta-Andria-Trani sia un organo efficiente e in grado di rispondere attivamente ai bisogni dei cittadini, nonostante l’imminente “riordino” delle Province che, nella conferenza stampa di inizio anno, il presidente Ventola ha definito “un autentico obbrobrio”, capace solo di creare confusione.

Se fosse interessati a saperne di più su queste e altre iniziative nate nell’ambito del progetto “Provincia Amica”, vi rimandiamo al portale istituzionale della Provincia, all’indirizzo www.provincia.bt.it, nelle sezioni “Bandi” o “Provincia Amica”.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Barletta piccoli fumatori crescono
Articolo successivo“Io Fitodepuro”, progetto pilota per la depurazione delle acque reflue in Puglia
Vittorio
Vittorio Grimaldi è nato il 17 agosto 1991. Diplomato presso il Liceo Classico "A. Casardi" di Barletta, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Appassionato ed esperto di folklore e mitologia, gestisce dal 2013 il canale youtube a tale materia dedicato "Mitologicamente". Giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, dal 2014 è stato cronista politico della testata online Barletta News fino a dicembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here