La Perdonanza Celestiniana a Barletta

La Perdonanza Celestiniana: solenni festeggiamenti a Barletta presso il Monastero di San Ruggiero.

Il 27 agosto 2014, a Barletta, nella Chiesa del Monastero di S. Ruggero, avranno inizio le celebrazioni in vista della Perdonanza Celestiniana, giunta al 720° anniversario, sul tema “Frutti di conversione e Opere di misericordia”

Invalid Displayed Gallery


Programma:

Mercoledì 27 agosto 2014
Ore 18.15, Vespri Solenni, presieduti dal Rev.mo Don Cosimo Fiorella, Cappellano del Monastero;
Ore 19.00, Apertura della Perdonanza Celestiniana: Conferenza a cura dell’Oblata benedettina Angela Dell’Ernia

Giovedì 28 agosto 2014
Ore 7.00, Celebrazione Eucaristica presieduta dal Rev.mo Don Cosimo Fiorella
Confessioni;
Ore 18.00, Vespri solenni;
Ore 18.30, in diretta televisiva sull’emittente Teleregione, Corteo ed apertura commemorativa della Porta Santa per intronizzare la Bolla – Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Pio Tamburrino OSB, Arcivescovo metropolita di Foggia-Bovino;
Ore 20.30, Concerto della Perdonanza a cura della Corale polifonica “Il Gabbiano”

Venerdì 29 agosto 2014
Ore 7.00, Celebrazione Eucaristica presieduta dal Rev.mo Don Cosimo Fiorella;
Confessioni;
Ore 9.00, Celebrazione Eucaristica per la PERDONANZA dei FRATELLI AMMALATI, presieduta dal Rev.mo Don Francesco Doronzo, Assistente Spirituale U.I.T.A.L.S.I. Barletta
Ore 11.00, Celebrazione Eucaristica per la PERDONANZA dei RELIGIOSI e RELIGIOSE, presieduta dal Rev.mo Don Donato Ogliari OSB, Abate del monastero di Noci;
Ore 17.00, Celebrazione Eucaristica della Parrocchia San Pasquale, animata dalle Comunità Neocatecumenali e Associazioni ecclesiali;
Ore 18.15, Vespri Solenni presieduta dal Rev.mo Don Franco Todisco, Cappellano dell’Ospedale Civile;
Ore 19.00, in diretta televisiva sull’emittente Teleregione, Celebrazione Eucaristica presieduta dal S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo metropolita di Bari. Dopo l’omelia, il Gruppo degli Oblati rinnova la Promessa di Oblazione.
Nei giorni 27, 28 e 29 agosto è possibile confessarsi.
Le condizioni per lucrare l’Indulgenza Plenaria sono le seguenti:
Il sacramento della Confessione da non più di 15 giorni;
la recita del Credo, Padre Nostro, Ave Maria e Gloria secondo le intenzioni del Papa, durante la visita nella Chiesa del Monastero di San Ruggero;
la Comunione Eucaristica durante la messa serale del 29 agosto.

La Perdonanza Celestiniana è collegata all’elezione al soglio di Pietro del Papa Celestino V (Pietro Angeleri, 1215-1296, canonizzato il 5 maggio 1313). Il rito dell’imposizione della tiara al nuovo Papa Celestino V si tenne nella chiesa aquilana di S. Maria di Collemaggio il 29 agosto 1294, festa della decollazione di San Giovanni Battista. Per accrescere la devozione al Santo e ricordare l’inizio del Pontificato, il Papa emise la cosiddetta “Bolla del Perdono”, che elargiva l’indulgenza plenaria a quanti, confessati e pentiti dei propri peccati, si fossero recati nella Basilica di Collemaggio dai Vespri del 28 agosto al tramonto del 29: veniva così istituita la Festa della Perdonanza. Nel tempo, la possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria venne estesa anche ai luoghi sacri in cui vi fosse una presenza celestiniana come per il Monastero di S. Ruggero retto dalla Suore Benedettine Celestine, la cui spiritualità si ispira a S. Benedetto e a Celestino V.
Di seguito il testo della Bolla della Santa Sede del 14 settembre 1994, con il quale viene estesa al Monastero di S. Ruggero la concessione dell’indulgenza plenaria il 29 agosto:
“la Penitentiaria Apostolica, col mandato del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, ha concesso Indulgenza plenaria, secondo le condizioni (confessione sacramentale, Comunione Eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice) da lucrarsi da parte dei fedeli nel Monastero di S. Ruggero, se assisteranno alle sacre funzioni o se avranno almeno recitato il Credo – Orazione Domenicale Simbolo della Fede – per il giorno 29 agosto, nella ricorrenza dell’incoronazione di Papa Pietro Celestino V e dell’emissione della Bolla della Perdonanza”

A cura di Emanuele Mascolo

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here