La Lviv Philarmonica Orchestra inaugura la 32.ma stagione concertistica dell’associazione “G.Curci”

L’appuntamento è fissato per domani alle ore 21.15 presso il Teatro Curci di Barletta.
Di scena l’incanto e l’atmosfera gioiosa del Tradizionale Concerto di Capodanno che, come ogni anno, viene riproposto dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, nello splendido scenario del Teatro Curci e che come ogni anno, farà registrare il tutto esaurito.
Sul palco la Lviv Philarmonica Orchestra, diretta dal bravissimo Volodymyr Syvokhip.
La storia dell’orchestra in Lviv conta più di due secoli di nascita ed è collegata a nomi di fama internazionale che hanno fatto la storia della musica sinfonica russa e europea come Joseph Elsner, JohanMederich Gallus, Franz Xaver Mozart, Karol Lypynsky, Joseph Baszni, Karol Mikuli, Meczyslaw e AdamSoltys, Ludwig Czelanski, Henry Jarezki, Henry Meltzer – Szavinski. All’inizio del XX secolo, l’orchestra èstata diretta da direttori come Gustav Mahler, Richard Strauss e Ruggiero Leon cavallo che hanno fattodiventare Lviv Philarmonica una delle orchestre più celeberrime dell’ex Unione Sovietica.
L’orchestra ha cominciato a funzionare come solo filarmonica dal 1933, distinguendosi dall’attività della lirica che oggiviene eseguita in teatro dell’opera e che vanta una propria stagione operistica.
Oltre a Adam Soltys, i direttori che sono stati scritturati come stabili dalla filarmonica vanno da JacobMund, Jerzy Kolachkovski, Stephan Sledzinski a conduttori invitati come Kazimierz Vilkomirski, TadeuszMazurkevych, tedesco Scherkhen, Ignaz Neumark, Yasha Gorenstein, Grzegorz Fitelberg.
Nel dicembre 1939 le nuove autorità sovietiche hanno fatto passare l’orchestra sinfonica di Leopoli sotto unente regionale, di cui fondatori sono stati Mykola Kolessa e Isaac Dolore.Da più di ottant’anni la Filarmonica ha una propria stagione di concerti e negli ultimi decenni hanno collaborato con i più grandi direttori e solisti come D.Pelekhatyy, Yu.Lutsiv, R.Filipchuk, I.Yuzyuk,G.Rozhdestvenski, K.Kondrashyn, A.Baltys, R.Glier, L.Ginzburg, S.Kamartin, M.Katz, K.Moral,F.Mansurov, V.Ploskina, V.Sirenko,Y. Temirkanov, N.Sies.

Momento attesissimo della prestigiosa Stagione Concertistica Internazionale, organizzata dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, con il Concerto di Capodanno, ogni anno, il fascino della tradizione viennese, con il suo messaggio beneaugurante, rivive con nuove e sempre diverse emozioni nello splendido scenario del Teatro Comunale Curci, riportandoci magicamente nell’atmosfera della “Felix Austria”.
Il grande successo dell’iniziativa è ogni anno testimoniato dal “tutto esaurito” del Teatro; e così anche quest’anno, nonostante i venti di crisi, come è ormai tradizione cittadina, in un teatro incredibilmente stracolmo di pubblico, avrà inizio il tradizionale, eppure sempre diverso, concerto di capodanno, un evento atteso da tutti con intensa trepidazione e che unisce varie generazioni in un messaggio augurale di pace e condivisione. Divenuta una consuetudine ormai rinsaldatasi anche al di fuori della capitale austriaca, tale incontro raduna tutti coloro che amano accogliere l’arrivo del nuovo anno in modo tradizionale e a ritmo di melodie famose e amate. Sebbene il programma musicale ruoti intorno alle personalità della famiglia Strauss, Johann padre e figlio, Josef e Eduard, saranno eseguite anche celebri ouverture e danze di altri compositori.

Dal Kaiser Valzer all’Ouverture del “Barbiere di Siviglia”, dalla “Carmen” Suite al Valzer del Bel Danubio Blu, da Trich Trach Polka allo “Schiaccianoci” , dall’Ouverture de “Il Pipistrello” a “Tuoni, lampi e fulmini” e tanti altri valzer e polke ancora , fino a concludere con la tradizionale e coinvolgente “Marcia di Radetzky”.
Una celebrazione memorabile per salutare nel migliore dei modi l’arrivo del Nuovo Anno, rinnovando uno degli appuntamenti più amati ed attesi dal grande pubblico e che nella città di Barletta è diventato ormai tradizione

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here