La caccia al tesoro di Capitan Eco

Le scuole primarie di Barletta coinvolte in una caccia al tesoro didattica

La caccia al tesoro di Capitan EcoSenso civico e amore per la città. Gioco e coinvolgimento attivo. Sono questi i principi su cui nasce il progetto “La caccia al tesoro di Capitan Eco”, campagna di educazione ambientale rivolta agli alunni delle scuole primarie della città promossa dal Comune di Barletta, dalla Bar.s.a. e organizzato da Achab Med, che verrà ufficialmente presentata questa mattina  alle ore 11.30 presso la sede della Bar.s.a. in via Callano 61, alla presenza del Sindaco Pasquale Cascella, dell’Assessore alle Politiche della sostenibilità ambientale Patrizia Irene Pisicchio, del Presidente della Bar.s.a. Luigi Pannarale e del Direttore Generale della Bar.s.a. Nunzio Scarpati.
Sono circa 5370 gli alunni interessati dal progetto, una gara didattica che non ha precedenti sul territorio e che mira ad insegnare le regole basilari della raccolta differenziata con ironia e divertimento rendendo complici anche le famiglie.
“La caccia al tesoro di Capitan Eco” mira anche a promuovere l’utilizzo del Centro di Raccolta Arcobaleno sito in Via Callano, 61 che a partire da oggi sino a lunedì 24 novembre sarà aperto anche di pomeriggio dalle 16,00 alle 19.00 dal lunedì al venerdi e il sabato e la domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00.
Capitan Eco, un educatore ambientale in costume, ha già fatto visita ai piccoli partecipanti per spiegare la competizione ludica che li terrà impegnati per un intero mese, dal 24 ottobre al 24 novembre, il cui fine sarà quello di completare il maggiore numero di ecomappe. Non mancheranno i premi: la classe che avrà raccolto il maggior numero di ecomappe
tra tutti i Circoli Didattici coinvolti sarà proclamata “Prima classe vincitrice” ed avrà diritto ad un buono per l’acquisto di materiale didattico; mentre per per ogni circolo didattico verranno proclamate le altre classi vincitrici in base al numero di ecomappe conquistate e riceveranno come premi gadget sulla raccolta differenziata.
Ma non è finita qui. Dopo la gara, Capitan Eco e la sua ciurma incontreranno ancora una volta gli alunni in un evento festoso, in occasione del quale saranno consegnati i premi e gli attestati di partecipazione.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here