Anche gli italiani navigano su Internet, e anche i cittadini della Penisola amano farlo nei modi più disparati. C’è chi non riesce ancora a staccarsi dalle tradizioni, dunque dal fido computer di casa, e chi invece ama connettersi alla rete da smartphone, quindi in mobilità e in assoluta indipendenza. Se da un lato conta molto lo strumento, dall’altro il “canale” rimane il medesimo: la rete, oggi, sa come come entrare nella vita dell’82,2% delle famiglie della Penisola. Ecco spiegato perché conviene andare ad analizzare i dati di settore, e i maggiori trend che riguardano il binomio italiani-Internet.

 

Internet da casa: una moda che non passa mai

 

Secondo il recente report pubblicato da Auditel e da Censis, l’82,2% delle famiglie della Penisola possiede una connessione a casa propria. Si parla di una vera e propria tradizione dura a morire: molti di noi ancora oggi preferiscono questa soluzione, in modo tale da poter avere Internet illimitato, e per poter sfruttare tutte le potenzialità di un computer. Ecco perché molte famiglie hanno consultato – e continuano a consultare – le offerte per avere il wifi in casa come quelle proposte da Linkem, ad esempio, per poter usare Internet senza problemi di esaurimento dati. Per quanto riguarda il tipo di connessione, invece, ancora oggi le famiglie optano per l’ADSL (41% circa dei casi), con una percentuale molto bassa relativa alla fibra ottica (6,9%).

 

Dal PC allo smartphone: il 92% degli italiani naviga in rete

 

Smartphone, tablet o PC: il 92% dei cittadini della Penisola sfrutta almeno uno di questi strumenti per navigare in rete. Stavolta i dati provengono dal report “Digital 2019” pubblicato da We Are Social: secondo quest’ultimo, il totale di utenti italiani collegati a Internet supera quota 54 milioni di unità. Il tutto con una media quotidiana di circa 6 ore, trascorse appunto a navigare sulla rete, con un totale di quasi due ore dedicate interamente ai social network.

 

Gli altri trend che vanno per la maggiore? La visione di video (con YouTube in testa), l’utilizzo di app di instant messaging come WhatsApp e ovviamente la connessione via smartphone. E per quest’ultimo i numeri sono sempre alti: sempre secondo We Are Social, il 76% delle persone in Italia possiede uno smartphone, e il 52% lo usa per accedere ai social media (si parla di circa 31 milioni di persone). Considerando che gli utenti attivi sui social sono in totale 35 milioni, si capisce quanto sia importante il binomio con i telefonini. Infine, il 62% del tempo speso sugli smartphone riguarda ovviamente le app.

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here