Incomprensibile secondo il consigliere Mennea il Piano Aeroporti Puglia

Il consigliere regionale del Pd, Ruggiero Mennea, considera insoddisfacenti i dati forniti oggi in Commissione dall’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, nel corso dell’audizione richiesta, per fare luce sui benefici del contributo di 12 milioni di euro l’anno che la Regione Puglia devolve alla società di comunicazione della compagnia aerea Ryanair.

“Rimane oscuro – precisa il consigliere – il motivo per cui un piano di marketing pagato dalla Regione, produca solo risultati alla compagnia irlandese con cui ha viaggiato, nel 2013, solo la metà degli oltre cinque milioni di passeggeri transitati in Puglia”. Per Mennea, “è doveroso spiegare ai pugliesi, non solo con dati statistici ma con riscontri reali, qual è il beneficio che ricade su ogni cittadino a fronte di un investimento di tale portata. E di certo non basta sapere che circa il 50% dei passeggeri non residenti transitati lo scorso anno nella nostra regione, ha viaggiato su voli Ryanair. Perché ogni piano di questo valore, deve essere prevalentemente ancorato a un unico obiettivo: portare il più possibile turisti stranieri e italiani in Puglia, e non viceversa, stabilendo dei risultati minimi che, qualora non raggiunti, non giustificherebbero alcun investimento di denaro pubblico”. “A questo – prosegue Mennea – si aggiunge che un piano di comunicazione e marketing, dovrebbe attrarre tutte le compagnie e non solo una. Mentre in questo caso non sembra siano rispettate le regole di concorrenza leale del mercato di riferimento.Inoltre, secondo i dati forniti in Commissione, il ritorno economico stimato dall’arrivo di 2 milioni e 716mila passeggeri, sarebbe di dirca 312 milioni di euro annui. Non si comprende dunque come mai il settore alberghiero-ricettivo lamenti una profonda crisi. Questi turisti – si chiede il consigliere Pd – dormono forse in macchina?”.

“Tuttavia – conclude Mennea – ogni tipo di considerazione definitiva non potrà che essere espressa solo dopo aver consultato la documentazione che l’amministratore unico di ADP depositerà a breve sull’argomento al presidente della Commissione”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here